Vaccaro Guglielmo

48 anni, nato a Pompei, due figli.
Laurea con lode in Economia presso l’Università degli Studi di Salerno.
Nel 1992 viene eletto Segretario Provinciale del Movimento Giovanile della Democrazia Cristiana.
Dal 1998 al 2005 è Amministratore Delegato della Patto Territoriale dell’Agro S.p.A. e nel 1999 promuove la costituzione di Agro Invest S.p.A., la prima società di trasformazione urbana del meridione d’Italia, volta a favorire la realizzazione di aree attrezzate comprensoriali nell’Agro Nocerino Sarnese e ne segue i primi passi come Amministratore Delegato.
Da dicembre 1999 a maggio 2001 è componente della segreteria tecnica di Enrico Letta al Ministero dell’Industria.
Dal 2001 al 2003 è Presidente del Comitato del Distretto Industriale n. 7 di Nocera Inferiore – Gragnano e membro del consiglio direttivo del Club dei Distretti Industriali Italiani.
Dal 2005 si dedica alla politica a tempo pieno. Alle elezioni regionali del 2005 è eletto Consigliere Regionale della Campania, nella lista della Margherita, con 10.542 preferenze.
Alle elezioni politiche del 2008 viene eletto Deputato della Repubblica. Si insedia il 29 aprile ed il 9 maggio del 2008 si dimette dalla carica di consigliere regionale.
La sua attività in Parlamento si è concentrata su molteplici iniziative, toccando in modo approfondito i temi più disparati: dalle energie rinnovabili al fisco, dai diritti di cittadinanza alla mobilità dei talenti, dalla giustizia alle libere professioni. Una battaglia che lo ha coinvolto particolarmente ha riguardato la costruzione e approvazione della legge 238/2010 per il rientro dei talenti in Italia, conosciuta anche come ”legge Controesodo”. Un testo costruito minuziosamente, elaborato all’interno del laboratorio TrecentoSessanta, divenuto legge nel dicembre 2010.
Alle elezioni politiche del 2013 viene rieletto alla Camera dei Deputati nel suo collegio Campania 1.
Coordinatore, insieme all’on. Vignali e all’on. Palmieri, dell’Intergruppo parlamentare per la Sussidiarietà per la XVII legislatura, guidato precedentemente da Maurizio Lupi e Enrico Letta.
Promotore della Fondazione Pompei, il cui statuto è stato approvato dal Comune di Pompei con delibera del 23 Luglio 2013. L’obiettivo generale della Fondazione Pompei è quello tutelare e valorizzare, in termini culturali ed economici, i beni di interesse archeologico di Pompei, Oplonti ed Ercolano, promuovendo un programma di marketing territoriale che contribuisca a sostenere l’immagine internazionale di Pompei, sollecitando finanziamenti pubblici e privati nella città, nonché di ottimizzare l’offerta di beni e servizi culturali sul territorio pompeiano.

ultimo aggiornamento: agosto 2015  
EVENTI