Al-Bazi Douglas

Douglas Joseph Shimshon Al-Bazi (nato nel 1972) è un noto prete cattolico che vive a New Baghdad, Baghdad, Iraq; è sacerdote caldeo e ha avuto una vita piuttosto dura. Nato nel 1972, da bambino ha visto la guerra contro l’Iran e ha vissuto sotto il regime che ha controllato la sua vita fino al 2003, attraversando nel frattempo la guerra del 1991 e gli anni tragici dell’embargo internazionale.
Una volta “liberato” dagli americani, ha condiviso con altri iracheni esperienze terrificanti: gli hanno sparato, una bomba è esplosa vicino alla sua chiesa ed è stato rapito per 9 terribili giorni. Ha vissuto nella capitale irachena durante le ondate drammatiche di violenze che hanno colpito i cristiani, nel 2004, nel 2006 e nel 2010, e dal 2013 ha vissuto e lavorato nel Kurdistan iracheno.
Nel novembre 2006 Padre Douglas è stato rapito da un gruppo militante, dove è stato torturato e rilasciato giorni dopo. Ha sofferto lesioni multiple tra cui due vertebre rotte, il suo volto e le ginocchia sono stati fracassati con un martello.
Padre Bazi è responsabile in Ankawa di due centri di accoglienza per i cristiani che sono fuggiti dalla violenza dell’ISIS.

Ultimo aggiornamento: 14 Agosto 2015  
 
EVENTI