menu

«Ricostruire è possibile se si educa la persona»

Il commento di Giorgio Vittadini al titolo del #meeting18

La preparazione del #meeting18 è ormai nel vivo e si delinea sempre di più la rilevanza del tema scelto per quest’anno che interrogherà partecipanti, visitatori e naturalmente anche gli organizzatori, su cosa significhi davvero che le forze che muovono la storia sono le stesse che rendono l’uomo felice.

Un titolo che mostra la sua grande attinenza anche rispetto alla situazione che l’Italia e il mondo si trovano ad affrontare, come evidenzia Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione per la Sussidiarietà: «In questi anni si è cercato di dare risposte istituzionali ai problemi, cambiando l’assetto politico da una parte, cercando nuove alchimie dall’altra, pensando di poter raggiungere un cambiamento che però non è arrivato».

Il problema per Vittadini sta nel non aver pensato di educare anche la persona, il cuore dell’uomo, affinché possa portare un apporto positivo nella società per raggiungere dei risultati. E conclude sottolineando che il Meeting di quest’anno vuole seguire questa direzione «ed essere un piccolo fattore della ricostruzione dell’umano, che serve anche a ricostruire le istituzioni italiane e mondiali».

Video