Rossi Lucio

Professore di Fisica all’Università di Milano dal 1992. Lavora nell’ambito delle grandi applicazioni della Superconduttività per acceleratori di particelle e rivelatori. È stato responsabile INFN dei primi magneti dipoli per LHC e poi responsabile delle prime bobine toroidali ATLAS, il più grande esperimento di LHC. Dal maggio 2001 L. Rossi è al CERN, in aspettativa dall’U. di Milano, dove ha diretto i Magneti & Superconduttori per il progetto LHC (Large Hadron Collider), il più grande strumento scientifico del mondo. Nel 2010 ha fondato, e diretto fino al luglio 2020, l’ambizioso “upgrade” di LHC, chiamato High Luminosity LHC, volto ad aumentare di un fattore 10 la luminosità del collider. Dal 1° ottobre 2020 ha ripreso servizio attivo presso il dipartimento di Fisica dell’Università di Milano. È stato insignito del premio IEEE- Council of Superconductivity Award for Applied Superconductivity nell’agosto 2007 a Philadelphia (USA) ed è IEEE fellow dal 2013. Nel 2013-14 è stato IEEE distinguished speaker. Ha ricevuto nel maggio 2020 il l premio alla carriera Rolf Wideröe 2020 per gli acceleratori attribuito dalla European Physical Society. Ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti dalla sua città natale, Piacenza. Ha pubblicato oltre 150 articoli su giornali o riviste internazionali ed è attivo in divulgazione di scienza e grandi progetti, sviluppando temi come la relazione tra scienza e tecnologia, certezza e verità.

ultimo aggiornamento: 7 Maggio 2021
EVENTI