Dambruoso Stefano

Stefano Dambruoso (Bari, 15 marzo 1962) è un magistrato e scrittore italiano. Capo dell’Ufficio per il coordinamento dell’attività internazionale del Ministero della Giustizia, è stato sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Milano. È in magistratura dal 1990. Sostituto procuratore ad Agrigento, applicato alla procura distrettuale di Palermo, ha indagato su associazioni mafiose e reati contro la Pubblica Amministrazione ed è stato Pubblico Ministero in vari maxiprocessi a Palermo. Alla Procura della Repubblica del tribunale di Milano, si è occupato di terrorismo, cominciando a collaborare anche con altre autorità giudiziarie europee. Componente della Direzione distrettuale antimafia di Milano, dopo l’11 settembre 2001 con la Law Enforcement americana ha perfezionato nuovi strumenti investigativi, finalizzati a prevenire e combattere il crimine organizzato e il terrorismo islamico. Gia’ consulente dell’Istituto internazionale delle Nazioni unite per la ricerca sul crimine e la giustizia (UNICRI), esperto giuridico presso la Rappresentanza permanente italiana dell’Onu di Vienna, ha firmato, con Guido Olimpio, il libro “Milano-Bagdad. Diario di un magistrato in prima linea nella lotta al terrorismo islamico in Italia”, per Arnoldo Mondadori Editore. Indicato tra i candidabili alla carica di governatore della Regione Puglia, membro del Consiglio Direttivo dell’Agenzia per la sicurezza nucleare italiana, ha firmato, insieme a Vincenzo Spagnolo, il saggio “Un istante prima”, sul decennio trascorso dall’attentato alle Twin Towers dell’11 settembre 2001 e sul contrasto investigativo e giudiziario al terrorismo di matrice jihadista. La sua vocazione, a tutela dei diritti sociali, maturata negli ultimi 20 anni, così come la sua forte esperienza nella lotta ad ogni forma di terrorismo, anche ideologico, lo ha portato in politica.

ultimo aggiornamento: agosto 2013  
EVENTI