L’uomo: i piedi sulla terra lo sguardo verso il cielo - Meeting di Rimini

L’uomo: i piedi sulla terra lo sguardo verso il cielo

 

‘La mostra, curata da Fiorenzo Facchini e Julien Ries, e coordinata da Paolo Pasini, presenta l’uomo come la più grande meraviglia della creazione. Dall’Homo Abilis, che risale a due milioni e mezzo di anni fa, già dotato di senso simbolico ed estetico, attraverso l’Homo Erectus, che ha scoperto il fuoco e il linguaggio, fino all’Homo Sapiens, uomo religioso di cui ci sono rimaste vestigia di tombe, e all’Homo Sapiens Sapiens, creatore delle cosiddette cattedrali della preistoria: le grotte decorate in Francia, Spagna, Italia. Nel II millennio a.C. sorgono le grandi religioni legate alle rispettive culture: India, Cina, Grecia, Mediterraneo. Le immigrazioni indo-europee sono alla base delle religioni di popoli nuovi. Abramo riceve il messaggio del Dio unico e inizia il cammino del popolo ebraico verso il compimento della Rivelazione divina : Gesù Cristo. Le immagini ed i testi della mostra sono tratti dai volumi: “L’uomo: le Origini”, di Fiorenzo Facchini; “L’uomo: le Religioni”, di Julien Ries, Ed. Jaca Book. Julien Ries, direttore del Centro di Storia delle Religioni all’Università Cattolica di Nuova Lovanio, è nato nella Lorena belga nel 1920. Sacerdote della diocesi di Namur, ha studiato teologia, filologia e storia orientale a Lovanio. In numerosi interventi svolti in varie edizioni del Meeting, ha posto l’accento sul senso religioso e sull’inestinguibile ricerca di Dio da parte dell’uomo.’

Data

21 Agosto 1994

Edizione

1994

Luogo

Agorà C1 (Area CdO)