BookCorner, Calabresi: l’umano al centro

Filomena Armentano Home, News

Image

La Mattina Dopo” di Mario Calabresi è un libro che ha precorso i tempi. Uscito pochi mesi prima del lockdown per il coronavirus, è una collezione di racconti e riflessioni su risvegli che non avremmo voluto vivere: la mattina dopo la perdita di una persona cara o del posto di lavoro, comunque dopo un momento che segna un “da oggi in poi sarà diverso”. L’emergenza Covid lo rende di straordinaria attualità (e in qualche modo preveggente), perché siamo tutti immersi in un'inedita e gigantesca mattina dopo planetaria.

In questo podcast abbiamo quindi chiesto a Mario Calabresi di raccontarci se davvero, come si sente ripetere, “ne usciremo migliori”. E abbiamo approfondito il ruolo che le storie possono avere nell’accompagnarci nel percorso della ripartenza. Ma le storie hanno un senso, ammonisce Calabresi, solo se raccontano persone reali e se si radicano in un’esperienza vissuta e giudicata. «La ricerca di senso è solo nelle storie, il contenuto della storia che mi interessa è l’essere umano, è la persona, per me ormai non esiste niente che non possa essere raccontato attraverso l’esperienza di una persona, che vuol dire spiegare anche i grandi fatti o le grandi tendenze che accadono, attraverso le nostre esperienze in cui l’essere umano va al centro e non è una conseguenza».

Ascolta qui il podcast