Pedro A. Freyre

Pedro A. Freyre è nato a L’Avana (Cuba), il 3 agosto 1949. Nell’ottobre del 1960, è arrivato negli Stati Uniti insieme alla sua famiglia. Suo padre, Ernesto Freyre, era un avvocato del lavoro a Cuba, rappresentante delle principali aziende statunitensi, come Hershey, Sears e Exxon. Suo fratello, Ernesto Freyre Jr., ha preso parte all’invasione della Baia dei Porci, venendo catturato e imprigionato. Il padre di Freyre è stato Segretario del Comitato Famiglia che ha assicurato l’aiuto del governo degli Stati Uniti e, dopo un processo di difficile e prolungata negoziazione, ha assicurato il rilascio di tutti i prigionieri in cambio di 62 milioni di dollari di farmaci.
Pedro Freyre venne coinvolto nelle questioni cubane, nel 1989, quando era un membro fondatore del Cuba Committee of the Greater Miami Chamber of Commerce, che monitora gli sviluppi politici ed economici in corso nell’isola e nella South Florida Business Community sulle prospettive presenti e future sugli scambi commerciali e investimenti con l’isola. Freyre è stato anche presidente di Facts About Cuban Exiles, un organizzazione anti-diffamazione e non-partigiana, con sede a Miami, la cui missione è quella di promuovere e tutelare la buona immagine dei cubani americani.
Freyre è stato Consulente Generale della Dow Latin America e COO del gruppo assicurativo Mapfre per la Florida. Attualmente è azionista dello studio legale di Akerman LLP e Presidente della sua prassi internazionale. Akerman è una delle principali società di diritto nazionale con oltre 600 avvocati e consulenti. Nel corso dell’esercizio privato della sua funzione, Freyre si è per molto tempo dedicato con attenzione alle questioni connesse a Cuba e, in particolare, alle norme di embargo cubano. Egli consiglia alle aziende statunitensi come muoversi a Cuba, compiendo frequenti viaggi per l’isola con i suoi clienti. Ha scritto numerosi pareri riguardo all’Helms-Burton Act riguardo alle organizzazioni europee interessate agli investimenti a Cuba, e vari memorandum a sostegno del contenzioso nell’Unione europea. Freyre è stato coinvolto nell’amministrazione Obama che ha dato il via ad una nuova politica di impegno. È stato invitato dalla suddetta Amministrazione per l’apertura dell’Ambasciata degli Stati Uniti a L’Avana, durante il discorso del presidente Obama al popolo cubano.
Freyre è attualmente docente alla School of Law presso la Columbia University, dove tiene un seminario su Cuba. Inoltre, è autore di diversi contributi sulle transazioni internazionali, pubblicati in volumi dal Continuing Legal Education Committee of the Florida Bar. Non solo, è membro del Consiglio di Amministrazione U.S. Cuba Business Council della Camera di Commercio degli Stati Uniti.
Freyre ha tenuto numerose conferenze sul tema ed è apparso nella TV nazionale, in trasmissioni come “Good Morning America”, “Nightline con Ted Koppel,” e “The Paula Zahn Show”. Mr. Freyre ha anche scritto articoli sul tema dell’embargo cubano per The Huffington Post, European Magazine, The Miami Herald, e il Sun-Sentinel, ed è stato citato nel The Economist, USA Today, The Wall Street Journal e The New York Times. Il suo articolo, “Helms-Burton: The Dilemma of Hardwiring Policy”, è stato pubblicato nel Trans National Law and Contemporary Problems Journal, vol. 14, No. 1, primavera del 2004, dallla School of Law dell’University of Iowa, nonché co-autore, di “Cuban National Reconciliation: A Model for Healing the Cuban Nation”, Vol. 14, No. 2, ‘autunno del 2004 della stessa pubblicazione.

ultimo aggiornamento: agosto 2016  
EVENTI