Manfellotto Bruno

Bruno Manfellotto, napoletano, ha mosso i primi passi nel quotidiano romano Paese Sera dove alla fine degli anni Settanta ha inaugurato e diretto le pagine economico-finanziarie su incarico di Arrigo Benedetti.
Chiamato poi da Claudio Rinaldi a Panorama, s’è diviso negli anni Ottanta tra i temi dell’economia e della politica per poi assumere la guida della Redazione romana del settimanale della Mondadori e, più tardi, trasferirsi a Milano come capo redattore centrale.
All’Espresso è arrivato una prima volta nel 1992 e ne è stato vice direttore dal 1995 al 2000 quando è diventato direttore della Gazzetta di Mantova, il più antico quotidiano italiano. Dal 4 maggio 2003 al giugno 2009 ha diretto il Tirreno per poi assumere la Direzione editoriale dei sedici quotidiani locali del Gruppo Espresso.
Dal 15 luglio del 2010 è direttore dell’Espresso.
Collaboratore del Mattino di Napoli e della Rai, nel maggio 2003 ha dato alle stampe S-Profondo Nord – Viaggio nella Padania che non ti aspetti.
Nel luglio 2007 gli è stato assegnato il Premio Ischia di giornalismo. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Arrigo Benedetti e il Premio Casalegno.

Ultimo aggiornamento: 14 Agosto 2013  
 

PARTECIPAZIONI