Fassino Piero

Sono nato ad Avigliana, in provincia di Torino ed all’imbocco della valle di Susa, dove mio padre fu comandante partigiano, il 7 ottobre del 1949. I miei genitori mi hanno portato a Torino da bambino e fatto studiare dai gesuiti dell’Istituto Sociale, ai quali devo la mia formazione critica ed anche la condivisione dei valori che hanno contrassegnato la mia vita. Ed in quegli anni ho anche trovato modo di giocare nelle giovanili della Juventus.
La mia passione per la politica è stata molto precoce e molto intensa: nel 1968 mi sono iscritto alla FGCI e nel 1971 ne sono diventato segretario, e nel 1975 sono entrato nel Consiglio Comunale di Torino dove sono rimasto fino al 1985, anno nel quale sono stato eletto a far parte del Consiglio Provinciale.
Dal 1983 al 1987 sono stato segretario della federazione Torinese del Partito Comunista, entrando anche nella Direzione Nazionale. Dal 1987 al 1991 sono stato membro della Segreteria nazionale del PCI, prima come coordinatore della Segreteria e poi come responsabile dell’organizzazione, e qui ho vissuto e condiviso con convinzione la trasformazione del PCI in PDS, il Partito Democratico della Sinistra del quale ho guidato l’ingresso nell’Internazionale Socialista.
Nel 2001, in occasione del secondo congresso dei Democratici di Sinistra, sono stato eletto segretario, incarico riconfermatomi nel congresso successivo con quasi l’80% dei voti.
Nel 2007, con la vittoria della mia mozione congressuale “Per il partito democratico”, finisce l’esperienza dei Democratici di Sinistra e nasce il PD.
Nel 1994 sono stato eletto deputato per la prima volta, e sono stato rieletto nel 1996, nel 2001, nel 2006 e nel 2008: ho lasciato il seggio parlamentare per diventare Sindaco di Torino.
Ho avuto responsabilità di governo in qualità di Sottosegretario agli Esteri nel governo Prodi nel 1996, di Ministro del Commercio Estero nel governo D’Alema nel 1998 e di Ministro della Giustizia nel governo Amato nel 2000.
Nel 2007 sono stato nominato dall’Alto rappresentante della Ue per la politica estera Javier Solana Inviato Speciale dell’Unione Europea per la Birmania/Myanmar, incarico che ho ricoperto fino al 2011.
Il 27 febbraio di quell’anno 2011, dopo la decisione di candidarmi per succedere a Sergio Chiamparino maturata nei mesi precedenti, ho vinto le primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco di Torino ed il 16 maggio sono stato eletto Sindaco al primo turno, con il 56,66% dei consensi. La proclamazione ufficiale a Sindaco di Torino è arrivata il 30 maggio 2011.

ultimo aggiornamento: agosto 2014  
EVENTI