Balduzzi Renato

Nato a Voghera il 12 febbraio 1955. Di famiglia alessandrina, trascorre l’infanzia dapprima a Molino dei Torti e poi ad Aosta (sino alla prima adolescenza). Coniugato con tre figli, risiede ad Alessandria dal 1966.

Professore di prima fascia di Diritto costituzionale dal 1° febbraio 2000.

Dal 1° novembre 2011 è professore ordinario di Diritto costituzionale nell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Milano, dove insegna altresì Diritto pubblico comparato.

Ha insegnato Diritto costituzionale e Diritto costituzionale della salute e organizzazione sanitaria nell’Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro”, Facoltà di Giurisprudenza di Alessandria, dove, nel 2008 ha promosso l’istituzione del Dottorato di ricerca in “Autonomie locali, servizi pubblici e diritti di cittadinanza” (DRASD); è responsabile scientifico dell’omonimo curriculum di studi interno al Dottorato di ricerca in “Istituzioni pubbliche, sociali e culturali: storia, linguaggi, diritto”. Presso il medesimo Ateneo, nel 2007, ha fondato il Centro interdipartimentale per il management sanitario (CEIMS), che tuttora dirige.

Ha insegnato Istituzioni di diritto pubblico, Diritto parlamentare, Dottrina generale dello Stato e Tecnica della normazione nell’Università di Genova, Facoltà di Scienze politiche. Ha insegnato altresì Diritto costituzionale italiano e comparato nelle Università di Genova e di Torino; in quest’ultima Università ha insegnato anche Istituzioni di diritto pubblico.

Laureatosi in Giurisprudenza nel 1979 presso l’Università degli studi di Genova discutendo con il prof. Lorenzo Acquarone una tesi sul tema “Il controllo della Corte dei conti sui decreti-legge e sui decreti delegati” (massimo dei voti e dignità di stampa), ha subito iniziato gli studi di diritto costituzionale sotto la guida del prof. Federico Sorrentino; successivamente ha compiuto studi di diritto costituzionale europeo presso la Commissione della Comunità economica europea e l’Istituto universitario europeo di Firenze (1981-1982) e, sotto la direzione del prof. Michel Troper, di diritto costituzionale comparato e teoria generale del diritto presso l’Università di Paris X – Nanterre (1985-1986). Nel giugno 1985 ha preso servizio come ricercatore universitario e, nel novembre 1996, come professore associato, presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Genova.

È stato professore invitato in Droit constitutionnel nell’Université de Paris-Val de Marne (Paris XII), nell’Université du Sud – Toulon et Var (dove nell’a.a. 2008-2009 ha insegnato Droit parlementaire français) e nell’Université Paul Cézanne di Aix-en-Provence.

È autore di oltre centocinquanta pubblicazioni tra monografie, saggi specialistici e note a sentenza prevalentemente in materia di fonti del diritto, organizzazione regionale, diritto elettorale, ordinamento delle forze armate, diritti sociali e organizzazione sanitaria, diritti di libertà, giustizia costituzionale comparata, organi di controllo dell’Unione europea, diritto degli enti locali, drafting legislativo, biotecnologie.

Ha curato, da solo o in collaborazione, oltre venti volumi concernenti i medesimi argomenti.

Dal 2018 dirige Corti Supreme e Salute, rivista della Società italiana di Diritto sanitario (editore Pacini; www.cortisupremeesalute.it).

È componente del Comitato scientifico delle riviste “Jus”, “Amministrazione in cammino”, “Politiche sanitarie“, “Monitor”, “Dialoghi” e “Studium”.

Presso la casa editrice il Mulino dirige la collana “Quaderni del Ceims”.

Nel 2011 promuove la fondazione della Società italiana di Diritto sanitario (SoDiS), associazione di studiosi di diritto sanitario e discipline affini impegnata nella valorizzazione della ricerca scientifica in materia. Della SoDiS è direttore scientifico.

Il 15 settembre 2014 è eletto dal Parlamento in seduta comune componente del Consiglio superiore della magistratura, ove termina il mandato il 25 settembre 2018. Durante la consiliatura, ha presieduto la I e la II Commissione, nonché la Commissione per il bilancio e per il regolamento di amministrazione e contabilità; è altresì stato direttore dell’Ufficio studi del Consiglio e coordinatore del Comitato per la biblioteca e l’archivio storico.

Il 25 febbraio 2013 è stato eletto Deputato al Parlamento. Durante la XVII legislatura, è stato Presidente della Commissione parlamentare per le questioni regionali, membro della Commissione Affari costituzionali e del Comitato per la legislazione della Camera dei Deputati.

Il 16 novembre 2011 è stato nominato dal Capo dello Stato (D.P.R. n. 56828) Ministro della Salute. Ha svolto le proprie funzioni fino al termine del mandato governativo (28 aprile 2013).

È stato presidente, dal febbraio 2007 fino al 16 novembre 2011, dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (AGENAS).

È stato consigliere giuridico dei Ministri della difesa (1989-1992), della sanità (1996-2000) e delle politiche per la famiglia (2006-2008). Ha ricoperto l’incarico di Capo dell’ufficio legislativo del Ministero della sanità dal 1997 al 1999. Tra il 1997 e il 1999 ha presieduto la Commissione ministeriale per la riforma sanitaria (d.lgs. 19 giugno 1999, n. 229). Nel 2007-2008 ha coordinato il “Libro bianco sui principi fondamentali del Servizio sanitario nazionale”, promosso dal Ministero della salute.

Dal 2014 è presidente del Consiglio di amministrazione dell’Istituto scientifico romagnolo per lo studio e la cura dei tumori (ISRT-IRCCS) di Meldola.

Ha presieduto, dal 2006 al 2011, il Comitato di Indirizzo dell’Azienda ospedaliero-universitaria “Policlinico Sant’Orsola-Malpighi” di Bologna e, dal 2009 al 2011, il Nucleo di valutazione dell’Azienda ospedaliero-universitaria “Maggiore della Carità” di Novara.

È stato membro della Commissione legislativa della Regione Emilia-Romagna tra il 2000 e il 2005 e ha svolto attività di consulenza in materie giuridico-amministrative per le Regioni Liguria, Lombardia, Piemonte, Sardegna e per la Provincia autonoma di Trento.

È attualmente componente della Commissione paritetica per le norme di attuazione dello Statuto speciale della Regione autonoma Valle d’Aosta.

Iscritto all’Ordine degli Avvocati, foro di Alessandria, elenco speciale dei professori universitari a tempo pieno (cancellato per obbligo di legge nel periodo coincidente allo svolgimento delle funzioni presso il Consiglio superiore della magistratura).

Nel marzo 2016, è eletto per un triennio sociale, e nel 2019 è riconfermato presidente dell’Associazione “Vittorio Bachelet”, associazione fondata nel 1981 all’interno del Consiglio superiore della magistratura.

Dal 1995 al 2004 è stato componente del Consiglio di amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Genova e Imperia.

Dal 2002 al 2008 è stato presidente nazionale del Movimento ecclesiale di impegno culturale (MEIC, già Movimento Laureati di Azione Cattolica, di cui è stato vicepresidente nazionale dal 1999 al 2002).

È stato componente per l’Italia dello European Liaison Committee di Pax Romana-Miic (Mouvement international des intellectuels catholiques)–Icmica (International Catholic Movement for Intellectual and Cultural Affairs).

Da maggio 2015 a dicembre 2018 ha tenuto settimanalmente la rubrica Pane e giustizia sul quotidiano Avvenire.

Ha diretto, dal 2003 al 2012, la rivista culturale “Coscienza”, bimestrale del MEIC.

Ha fondato e diretto, tra il 1989 e il 1992, la rivista politico-culturale “Nuova Politeia”.

Nel febbraio 2018 è stato insignito a Verrès (AO) dell’onorificenza di “Ami de la Vallée d’Aoste”.

È cittadino onorario dei comuni di Molino dei Torti e Basaluzzo (AL).

ultimo aggiornamento: 20190802
EVENTI