“Percorsi” per scoprire il mondo

Filomena Armentano Home, News

Image

di Davide Perillo

Tra le finestre che il Meeting apre sul mondo, quest’anno ce ne sarà una nuova, spalancata sotto un nome che dice già molto.

Si chiama “Percorsi”, sarà ospitata nel padiglione A2 della Fiera ed è una se- rie di incontri curati dalla redazione di Tracce - la rivista internazionale di CL - con la collaborazione del Cen- tro Internazionale del movimento.

Un piccolo osservatorio su alcuni dei grandi temi che l’attualità ci mette di fronte, esplorati attraverso il dialogo con testimoni e protagonisti.

La formula è semplice: un’arena ad hoc, due fasce orarie giornaliere (alle 12 e alle 17) e, ad ogni incon- tro, il “faccia a faccia” con un ospite, intervistato da un giornalista di Tracce e dal pubblico in sala. Con argomenti come la Cina (con Brian Grim, presidente della Religious Freedom and Business Foundation) e la diplomazia vaticana (monsignor Ivan Jurkovič, Osservatore della Santa Sede alle Nazioni Unite a Ginevra); le ultime notizie dalla Silicon Valley (Massimo Gaggi, inviato del Corriere della Sera) e il futuro dell’Europa (lo scrittore Paolo Rumiz); i fronti caldi del mondo e la Francia di Macron (con Pierre Chausse, dell’editoriale Première Partie, attivissimo polo culturale parigino).

Ma anche con incursioni nel mondo di teatro e tv (l’attore e regista Giovanni Scifoni, molto noto anche sui social per i suoi originali profili del santo del giorno), delle tecnologie (Lorenzo Caggioni, ingegnere di Google), della carta stampata...

In più, sempre ogni giorno (alle 14), proporremo una serie di documentari e reportage da tutto il mondo. Un modo per guardare la realtà da angoli diversi e abbozzarne, insieme, delle mappe - dei “Percorsi”, appunto. Per aiutarci a capire. E a camminare.