Fratres omnes, l’enciclica dell’amicizia fra i popoli

Filomena Armentano News

Image

Fratres omnes, l’enciclica firmata ad Assisi da papa Francesco «è per il Meeting un’ulteriore responsabilizzazione a promuovere il dialogo e costruire con pazienza e lungimiranza legami di fratellanza proprio nelle situazioni conflittuali e in quelle segnate dall’indifferenza», sottolinea il presidente della Fondazione Meeting, Bernhard Scholz.

Essere il “Meeting per l’amicizia fra i popoli” ha trovato in questa enciclica «un grande  incoraggiamento ad essere sempre più fedele alla sua missione originale». Mi auguro, prosegue Scholz, che insieme a tanti amici in tutto il mondo possiamo seguire con un impegno sempre più creativo e appassionato l’invito di papa Francesco «ad aprire il cuore a tutti i popoli e le nazioni della terra, per riconoscere il bene e la bellezza che Dio ha seminato in ciascuno di essi, per stringere legami di unità, di progetti comuni, di speranze condivise».

> Leggi il testo dell’enciclica

> La mostra Francesco e il Sultano, una storia che ci parla a 800 anni di distanza 

> Gli incontri del Meeting con Ahmad Al-Tayyeb, nel 2018 e nel 2019