Eppur si muove - Meeting di Rimini

Eppur si muove

 

‘La mostra presenta i planetari del laboratorio scientifico del Seminario Vescovile di Imola, corredati da pannelli esplicativi delle caratteristiche degli oggetti e dei fenomeni che essi rappresentano. Nel Seminario Diocesano di Imola sono conservati tre planetari – risalenti probabilmente alla prima metà dell’800 – che facevano parte dell’antico laboratorio scientifico. Avevano lo scopo didattico di mostrare i corpi celesti del Sistema Solare, secondo la visione copernicana, ed i rispettivi moti per consentirne uno studio più agevole. Si tratta di oggetti di fattura artigianale, anche artisticamente interessanti, riportati all’antico splendore dalle abili mani di un membro dell’Associazione “Astrofili Imolesi”. Costruiti in legno, ottone, carta e cartone, dipinti con colori vivaci, sono considerati dagli esperti in antiquariato dei pezzi unici. Il primo planetario mostra il fenomeno dell’illuminazione della Terra da parte del Sole e il mutare progressivo, nel corso dei giorno e dell’anno, della zona illuminata; il secondo riproduce il Sistema Solare con i pianeti (fino a Giove) e i rispettivi moti; il terzo, infine, il Sistema Solare con i pianeti fino ad Urano, i pianetini ed i satelliti. E’ interessante notare che, a pochi decenni dalla prima incontrovertibile dimostrazione della rotazione terrestre, avvenuta nel 1748, nei seminari si studiava il sistema eliocentrico senza difficoltà.’

Data

21 Agosto 1994

Edizione

1994