CHE PIU’ CERCANDO IO VO? - Meeting di Rimini

CHE PIU’ CERCANDO IO VO?

CHE PIU’ CERCANDO IO VO?

Una serata dedicata alla Grande Opera al Meeting di Rimini: le più famose e immortali sinfonie d'opera insieme ad arie e duetti eseguiti da nomi di spicco della lirica italiana, da Rossini a Puccini, da Donizetti a Verdi._x000D_ Accompagnati dall'Orchestra da Camera del Teatro Regio di Parma, il soprano Silvia Dalla Benetta, il tenore Gian Luca Pasolini ed il baritono Luca Salsi, in una serata di grande poesia in musica.

L’Orchestra da camera del Teatro Regio di Parma diretta dal maestro Sergio Pellegrini, con il soprano Silvia Dalla Benetta, il baritono Luca Salsie il tenore Gian Luca Pasolini, eseguirà per la prima volta al Meeting alcune delle più famose e immortali arie e sinfonie d’opera italiane.

 

Una serata dedicata alla Grande Opera, quella che viene presentata il 23 Agosto al Meeting di Rimini. Da Rossini a Puccini, da Donizzetti a Verdi, queste sono solo alcune delle più famose e immortali sinfonie d’opera insieme ad arie e duetti eseguiti da nomi di spicco della lirica italiana. Accompagnati dall’Orchestra da Camera del Teatro Regio di Parma, sul palco del Meeting si esibiscono il soprano Silvia Dalla Benetta, il tenore Gian Luca Pasolini ed il baritono Luca Salsi, offrendo una serata di grande poesia.

Ricordo ancora l’istante e il brivido, lo struggimento dell’istante in cui il fatto dell’esistenza di Dio è diventato un’evidenza carica di significato nella mia vita. Ero in seminario e frequentavo la prima liceo classico: durante la lezione di canto, per il primo quarto d’ora, il professore era solito spiegare storia della musica facendoci ascoltare alcuni dischi. Quel giorno il disco a 78 giri incominciò a girare, e d’improvviso il canto di un tenore allora famosissimo ruppe il silenzio della classe. Con una voce potente e piena di vibrazioni Tito Schipa incominciò a cantare un’aria del quarto atto de La Favorita di Donizetti: “Spirto gentil, ne’ sogni miei, brillasti un dì, ma ti perdei. Fuggi dal cor mentita speme, larve d’amor fuggite insieme”. Quando il bravissimo tenore intonò “Spirto gentil, ne’ sogni miei…”, al vibrare della primissima nota io ho intuito, con struggimento, che quello che si chiama “Dio” – vale a dire il Destino inevitabile per cui un uomo nasce – è il termine dell’esigenza di felicità, è quella felicità di cui il cuore è insopprimibile esigenza.
Luigi Giussani

Teatro Regio di Parma
L’Orchestra del Teatro Regio di Parma è stata profondamente innovata nel 1999 in collaborazione con il Parma Opera Ensemble (oggi I Solisti del Teatro Regio di Parma), gruppo cameristico specializzato nel repertorio lirico e ben noto nel panorama musicale internazionale, i cui solisti sono oggi le prime parti dell’orchestra. Dal 2002 l’Orchestra è impegnata in tutte le produzioni liriche, concertistiche (sinfoniche e cameristiche), nei balletti, nelle tournée e nel Festival Verdi del Teatro Regio di Parma, affrontando il grande repertorio operistico, sinfonico e sacro, sotto la guida di alcuni tra i migliori direttori del panorama musicale internazionale: Muti, Maazel, Temirkanov, Bartoletti, Chung, De Burgos, Plasson, Palumbo, Guingal, Renzetti. Questo impegno ha ottenuto consensi di pubblico e critica e molti sono gli attestati di stima da parte dei direttori. All’estero, grande successo hanno riscosso le tournée nel dicembre 2001, con il coro della Fondazione Arena di Verona per le celebrazioni del Centenario Verdiano, ad Annecy, al Bonlieu Scéne Nationale e a Lyon all’Auditorium National; nel luglio 2002 con Nabucco all’Arena di Nimes; nel settembre 2003 in Corea del Sud, con Aida al Jamshil Olympic Stadium e nel settembre 2004 con lo Stabat Mater di Rossini a Marsiglia per il Festival de Musique à Saint Victor; nel novembre 2005 a Città del Messico con l’opera Rigoletto; nel novembre 2006 a Nuova Delhi e Bombay; nel novembre 2007 a Bilbao con l’opera Aida e nel dicembre 2007 a Nuova Delhi; nel marzo 2008 è stata ad Hong- Kong con l’opera Rigoletto; nel maggio 2009 si è esibita al Hessisches Staatstheater di Wiesbaden con Nabucco e nel giugno dello stesso anno a Pechino con Rigoletto; nel 2010 l’Orchestra è tornata a Bilbao (Falstaff a maggio e Il Corsaro a novembre); certo il rinnovo della collaborazione con l’ABAO della città basca per il 2012 e 2013. L’Orchestra del Teatro Regio di Parma ha più volte partecipato al Festival Internazionale W.A. Mozart al Mart di Rovereto. Ed è l’Orchestra del Teatro Regio di Parma il 6 settembre di ogni anno ad essere invitata dalla città di Modena e dal suo Teatro Comunale per ricordare insieme il M° Pavarotti in concerti apprezzatissimi. L’Orchestra da Camera ha inoltre collaborato con interpreti di fama internazionale quali Boris Belkin e Nikolay Lugansky. Dal 1° gennaio 2011 e fino al 2013, anno delle celebrazioni del bicentenario verdiano, il Maestro Andrea Battistoni è stato nominato primo direttore ospite del Teatro Regio di Parma.

PROGRAMMA MUSICALE
trascrizioni a cura di Stefano Franceschini
Gioachino Rossini Cenerentola
Gioachino Rossini Il Barbiere di Siviglia, Una voce poco fa
Giuseppe Verdi Il Trovatore, Udiste? Come albeggi
Giuseppe Verdi La Traviata, Preludio atto I
Giuseppe Verdi La Traviata, Di Provenza il mar
Giuseppe Verdi La Traviata, Sempre libera
Gaetano Donizetti La Favorita
Vincenzo Bellini Norma
Gaetano Donizetti L’elisir d’amore
Giuseppe Verdi Otello, Ave Maria
Giuseppe Verdi Un ballo in maschera, Eri tu
Giuseppe Verdi Il Trovatore, Tacea la notte placida
Giuseppe Verdi Rigoletto, Cortigiani vil razza dannata

Sergio Pellegrini
In qualità di clarinettista, ha collaborato con numerose orchestre quali l’Orchestra Filarmonica della Scala, l’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, l’Orchestra da Camera Italiana del M° Salvatore Accardo, l’Orchestra da Camera di Mantova, l’Orchestra del Teatro Regio di Parma. Nel 1997 ha fondato il Parma Opera Ensemble, composto da alcuni fra i più prestigiosi strumentisti italiani. Il gruppo è poi divenuto I Solisti del Teatro Regio di Parma. Questo ensemble si è esibito nelle principali manifestazioni musicali in Italia e all’estero. Dal 2005 è Presidente e Direttore artistico dell’Orchestra del Teatro Regio di Parma. Nel 2007 ha debuttato come direttore d’orchestra. Dal 2008 dirige nelle tournée in Italia l’East European Philharmonic Orchestra, formazione nata dalla collaborazione fra musicisti provenienti delle varie orchestre russe, ukraine, moldave e rumene. Ha diretto inoltre per gli Amici della Musica di Milano la Balkan Festival Orchestra nell’XVI edizione dei Notturni alla Villa Reale. Con l’Orchestra del Teatro Regio di Parma ha diretto Solisti quali Nikolaj Luganski, Corrado Giuffredi, Andrea Oliva, Andrea Bacchetti e cantanti come Leo Nucci, Riccardo Zanellato, Gladis Rossi, Silvia Dalla Benetta e Bruno Ribeiro. Il 10 marzo 2012 dirigerà il soprano Barbara Frittoli con l’Orchestra da camera del Teatro Regio di Parma al Lisinski Concert Hall di Zagabria.

Silvia Dalla Benetta
Contraddistinta come soprano lirico di coloratura e in possesso di grande estensione vocale, interprete di ruoli virtuosistici tipici del belcanto, da Mozart a Rossini, da Bellini a Donizetti, Silvia Dalla Benetta sta affrontando un cambiamento di vocalità che la sta portando a debuttare nel repertorio drammatico di agilità. Ha lavorato con importanti direttori d’orchestra tra cui A. Allemandi, D. Callegari, F.M. Carminati, M. De Bernard, R. Gandolfi, C. Montanaro, P.G. Morandi, D. Oren, D. Renzetti, M. Rota, J. Webb, J. Kovatchev e ha cantato nei teatri più prestigiosi tra i quali Staatsoper di Amburgo, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro Massimo di Palermo, Teatro Regio di Parma, Teatro Verdi di Trieste, Teatro la Fenice di Venezia, Teatro Filarmonico di Verona, oltre a numerosi teatri di tradizione nelle città di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Ferrara, Livorno, Lucca, Mantova, Modena, Novara, Pavia, Pisa, Ravenna, Reggio Emilia, Rovigo, Trento, Vicenza e tournée in America latina, Canada, Cina, Cipro, Germania, India, Svizzera e Stati Uniti. Si è diplomata con lode al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia nel 1992 e successivamente si è perfezionata con Silva Stella, Salio Walli, Ida Adami Corradetti, Romano Gandolfi, Denia Mazzola, Lowe Sherman, Margaret Baker-Genovesi, Luciana Serra e Alida Ferrarini. È stata vincitrice di numerosi concorsi tra cui il Concorso Internazionale di Lignano Sabbiadoro, il Concorso Internazionale Antonio Buzzolla di Adria, il Premio Tim di Roma, ha ottenuto una borsa di studio al Concorso Internazionale Iris Adami Corradetti di Padova e nel 2004 si è aggiudicata il Primo Premio della giuria popolare e il Secondo Premio della giuria tecnica al Festival della Lirica di Sanremo. Ha da sempre alternato l’opera lirica all’operetta, alla concertistica, alla musica sacra e alla musica da camera.

Luca Salsi
Nato a San Secondo Parmense, si è diplomato in canto al Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma sotto la guida del soprano Lucetta Bizzi, in seguito si è perfezionato con il baritono Carlo Meliciani. Ha debuttato giovanissimo al Teatro Comunale di Bologna nella Scala di seta di Rossini (1997). Vincitore, nel 2000, del primo premio assoluto al concorso “Gian Battista Viotti” di Vercelli, ha iniziato un’intensa attività che l’ha condotto su alcuni dei maggiori palcoscenici del mondo, fra i quali Metropolitan di New York, Teatro alla Scala, Washington Opera, Los Angeles Opera, New Israeli Opera di Tel Aviv, Staatsoper di Berlino, Teatro Regio di Parma, Teatro Lirico di Cagliari, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Filarmonico di Verona, Teatro Massimo di Palermo, Festival Puccini di Torre del Lago. Ha lavorato con importanti direttori d’orchestra, fra i quali Mark Elder, Gabriele Ferro, Daniele Gatti, Placido Domingo, Gustavo Dudamel, Julia Jones, Nicola Luisotti, Pier Giorgio Morandi, Renato Palumbo, Donato Renzetti, Emmanuel Villaume e Alberto Zedda, e con registi quali Daniele Abbado, Robert Carsen, Hugo De Ana, Giuseppe Patroni Griffi, Anthony Minghella, Lamberto Puggelli, Maurizio Scaparro e Franco Zeffirelli. Ha interpretato ruoli quali Sharpless in Madama Butterfly (New York, Washington, Berlino, Seul e Torre del Lago), Marcello nella Bohème (Washington, Los Angeles, Milano, Palermo e Torre del Lago), Ford nel Falstaff (Bari, Cagliari), Figaro nel Barbiere di Siviglia (Bologna, Garsington, Genova, Tenerife e Cagliari), Valentin nel Faust di Gounod (Parma), il ruolo titolo nel Gianni Schicchi (Napoli), Germont nella Traviata (Ancona), Ezio nell’Attila (Verona) e Frank in Edgar (Torre del Lago). Nella stagione 2008/09 ha interpretato Il Corsaro al Festival Verdi di Parma, La bohème al Teatro Carlo Felice di Genova, I Pagliacci al Maggio Musicale Fiorentino e al Teatro Lirico di Cagliari ed Ernani a Piacenza. Nei mesi scorsi ha interpretato con grande successo La traviata (Germont) al Teatro Donizetti di Bergamo e al Maggio Musicale Fiorentino e Falstaff (Ford) all’Opéra de Liège e all’Opera di Roma, L’elisir d’amore (Belcore) al Teatro Verdi di Trieste, I Puritani al Teatro Lirico di Cagliari. Il calendario dei suoi prossimi impegni annovera, fra le altre cose, Madama Butterfly (Sharpless) al Maggio Musicale Fiorentino, al Teatro Regio di Torino e al Metropolitan di New York, Un ballo in maschera (Renato) alla Washington Opera e Il Corsaro (Seid) a Bilbao.

Gian Luca Pasolini
Nato a Riccione, è un tenore italiano dotato di una vocalità particolarmente elegante, aderente ai diversi stili musicali, abbraccia senza sforzo un vasto repertorio grazie alle sue particolari qualità tra cui una emissione morbida in tutta la gamma vocale specialmente in quella acuta e sovra acuta. A 30 anni inizia gli studi musicali ottenendo l’ammissione in conservatorio per “meriti speciali” per rare qualità vocali. Si laurea nel 2002 con il Massimo dei voti presso il conservatorio Rossini di Pesaro con Roberto Merolla. Consegue il “Master” con lode in canto lirico nel 2007 presso il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze con Benedetta Pecchioli e Marta Taddei. Si perfeziona all’Accademia Verdi-Toscanini di Busseto con Alain Billard e all’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino con Bernadette Manca di Nissa. Debutta nel 2006 con Carmina Burana al Maggio Musicale Fiorentino con diretta radiofonica Rai3, scelto personalmente dal maestro Zubin Mehta per festeggiare il suo 70° compleanno. Nel 2007 inizia
a collaborazione con il Teatro alla Scala di Milano che gli offre il ruolo di protagonista assoluto nella nuova opera di Fabio Vacchi Teneke, con la direzione di Roberto Abbado e la regia di Ermanno Olmi. Da questa data canta regolarmente e collabora con le delle maggiori istituzioni Teatrali del mondo, tra cui New York, Los Angeles, Vancouver, Berlino, Milano, Mosca, San Pietroburgo, Beijīng, Seoul, Tokyo. In questi anni ha avuto già il piacere e l’onore di essere diretto e condotto da maestri come Daniele e Roberto Abbado, Daniel Barenboim, Arnoud Bernard,
Semyn Bychkov, Cristina Comencini, Richard Jones, Jannis Kokkos, Zubin Mehta, Einuntas Necrosius, Ermanno Olmi, Kazushi Ono, Donato Renzetti, Emilio Sagi, Dmitri Tcherniakov, Lothar Zagrosek, Michail Zaniecki, Alberto Zedda e tanti altri.

Data

23 Agosto 2011

Ora

21:45

Edizione

2011

Luogo

Arena D3
Categoria