Image

Presentazione di libri e autori in podcast
In collaborazione con Associazione Italiana Centri Culturali 

Leggere è andare incontro a qualcosa che sta per essere e ancora nessuno sa cosa sarà.
(Italo Calvino)

Per il quarto anno consecutivo il BookCorner di AIC sarà presente al Meeting di Rimini, nella forma, anche per questa edizione, di una collana di podcast gratuiti online che sarà possibile scaricare sul computer o sullo smartphone o ascoltare in streaming.

Quello che inizialmente sembrava solo un modo per surrogare le relazioni in presenza impedite dalla pandemia, ha generato occasioni altrimenti impossibili in presenza e, soprattutto, si è rivelato essere un ‘luogo’ di incontro effettivo, all’interno del quale la qualità umana e la profondità della relazione avviata ha sorpreso prima di tutto relatori e ospiti.

Un mezzo tutto nuovo, dunque, aperto a tutti e in continua evoluzione, che ci permetterà - attraverso la presentazione di libri e novità letterarie di generi diversi (romanzi, narrativa, saggi, letteratura, poesia, attualità…) - di introdurci al titolo del Meeting, Il coraggio di dire «io».

Il BookCorner 2021 ci guiderà così alla scoperta di libri che documentano un «io» che diventa consapevole del proprio essere e alla ricerca di un senso per sé e per il mondo, che nell’esperienza dell’attesa, della domanda, dell’incontro e della lotta ritrova se stesso e si dona nella costruzione del bene. E che nell’esperienza dell’essere accolto, amato e perdonato è risvegliato alla speranza e si volge a vita nuova. 

Dostoevskij, Sciascia, Pasolini, Pavese, Dorothy Day, Teresa D’Avila, MacIntyre, sono alcuni degli autori che ci accompagneranno

Il BookCorner 2021 ci aiuterà anche a decifrare e ad approfondire le sfide principali di questo tempo straordinario in cui viviamo, la cui complessità e novità richiedono nuove chiavi di lettura e di giudizio: il nichilismo, la Chiesa di papa Francesco, l’intelligenza artificiale, la questione religiosa, il perdono, l’educazione, l’affezione.

Con noi Padre Mauro Lepori, Massimo Borghesi, Costantino Esposito, Adrien Candiard, Susanna Tamaro, Giovanni Scifoni, Cristina Dell’Acqua, Eraldo Affinati.

Da giugno ad agosto, ogni settimana, due o più nuovi podcast del BookCorner saranno disponibili anche sulla piattaforma Spreaker  e su SpotifyGoogle PodcastsApple PodcastsDeezerPodcast Addict e altre.

I libri sono acquistabili nella libreria Meeting Online.
Saranno acquistabili anche nella libreria Jaca Book, al Palacongressi di Rimini.

Ann Rose Nu Tawng, Gerolamo Fazzini

Uccidete me, non la gente

EMI

Mentre il mondo è attanagliato dal covid, in Myanmar si scatena un colpo di stato. L’esercito imbavaglia la fragile democrazia birmana, incarnata dalla leader Aung San Suu Kyi, messa agli arresti. Ma – sorpresa! – il popolo non sta alla finestra e scende in piazza. Nascono dimostrazioni di massa animate da giovani che chiedono il ritorno della democrazia. Scatta la repressione militare, con uccisioni, arresti e violenze. Un film già visto altre volte. Ma quanto accade il 28 febbraio 2021 ferma l’orologio della storia. Una suora affronta, in ginocchio, un plotone di soldati pronti a sparare sui manifestanti che a Myitkyina, come in altre città, chiedono libertà. Suor Ann Rose Tawng si pone a protezione dei giovani dimostranti, mettendo a repentaglio la propria vita in nome del vangelo e della dignità umana.

Gerolamo Fazzini, Autore del libro
Giuseppe Frangi, Presidente dell'Associazione Giovanni Testori
Nicoletta Tartandini alle letture

Pier Paolo Pasolini

Teorema

Garzanti

Teorema ebbe due versioni: quella cinematografica, portata a termine nel fatidico 1968; e questa, in forma di romanzo, scritta durante la lavorazione del film e pubblicata l'anno successivo. Il testo, inframmezzato da interventi poetici, è l'impietosa descrizione dei comportamenti e dei conflitti in un interno borghese durante un momento di crisi, e insieme una parabola sull'irruzione del religioso nell'ordine famigliare e sulle sue dirompenti conseguenze. Provocatorio e profetico, Teorema segna una svolta nell'opera di Pier Paolo Pasolini, con l'approdo a una visione sacrale, vivacemente simbolica della realtà.

Gilberto Santini, Direttore dell’AMAT, Associazione Marchigiana Attività Teatrali e Docente all’ Università di Urbino
Paola Marchegiani, Centro Culturale di Ancona

Alasdair MacIntyre

Dopo la virtù

Armando Editore

A più di venticinque anni di distanza, “Dopo la virtù” è la conclusione della più che ventennale ricerca che ha riportato Aristotele prima e poi San Tommaso, al centro del main-stream filosofico, aprendo allo stesso tempo un progetto di ricerca originale che dura ancora oggi e che si è approfondito nell’opera del suo autore. Si tratta di una storia della filosofia morale, scritta secondo criteri corrispondenti alla sintassi della postmodernità. Allo stesso tempo, è una seria riflessione e proposta di etica e di filosofia politica. Contiene al suo interno un metodo epistemologico realistico, che punta alla scoperta dei primi principi, senza rinunciare all’apporto della storia e della teoria sociale, e al progresso delle scienze umane.

Sante Maletta, Università degli Studi di Bergamo, autore di «Un aristotelismo sovversivo», Mimesis Edizioni
Damiano Simoncelli, Università Ca' Foscari di Venezia, autore di «Natura, ragione e relazione. Una prospettiva sulla legge naturale a partire da Alasdair MacIntyre», Orthotes

Cesare Pavese

Il Mestiere di vivere

Bur Rizzoli

In queste pagine, che sono insieme giornale della sua vita ed esame di coscienza, Cesare Pavese racconta se stesso allo specchio e ci consegna un manifesto di poetica che attraverso la lente della letteratura fotografa l'uomo e lo scrittore. Se "Il mestiere di vivere" raccoglie istante per istante i suoi pensieri dal '35 al '50, a pochi giorni dalla morte, "Il taccuino", una ventina di fogli redatti tra il '42 e il '43, in uno dei periodi più tormentati dell'esistenza di Pavese, è stato a lungo archiviato come testimonianza di un momento di debolezza per le annotazioni politiche che hanno acceso il dibattito sulla sua presunta vicinanza al fascismo. Ma è solo dalla lettura di queste carte restituite ai lettori insieme che può emergere la complessità della figura intellettuale e umana di uno dei più grandi autori italiani del Novecento.

Valerio Capasa, Insegnante e scrittore Letture di Matteo Bonanni, Attore
Federico Robbe, Centro Culturale don Mezzera di Seveso

Teresa di Gesù

La mia vita, il libro delle misericordie di Dio

Edizioni OCD

Tutti i tempi sono duri. Ci sono limiti e limitazioni, lutti e sofferenze, incomprensioni e giudizi, ingiustizia e prevaricazione, solitudine e precarietà. Tutte cose che ci fanno dire: “che tempi duri che viviamo!”. Lo sono al punto da essere invivibili? Anche Teresa di Gesù (1515-1582) definisce la sua epoca allo stesso modo: “tiempos recios”. Eppure ha incontrato Qualcuno che le consente di dire che, per quanto questi tempi siano duri, non è vero che sono invivibili. In sintonia con questa scoperta, muove passi tali per cui sperimenta che questi tempi duri sono luoghi in cui fare incontri sorprendenti, prima di tutto con Dio.

Massimo Fiorucci, Maria Luisa Pagani (Suor Michela),  Cristina Migliorisi (Suor Edith) e Madre Giovanna Priora della comunità carmelitana di Legnano, curatori dell’opera 
Letizia Bardazzi, Associazione Italiana Centri Culturali 

A cura di Giancarlo Rovati e Maurizio Vitali

Quelli della Birreria Finisterre

Itaca

Cinquant’anni fa alcuni amici iniziano a ritrovarsi per giudicare insieme la realtà del lavoro in costante cambiamento e le possibili iniziative da intraprendere. Alcuni sono delegati aziendali, altri sindacalisti a tempo pieno, tutti nell’ambito della Cisl. La Birreria Finisterre è il luogo dove allora si ritrovava questa compagnia atipica che oggi ha come riferimento il Circolo Culturale Ettore Calvi. Essa non è mossa né da una ideologia né da strategie organizzative, ma dalla fede. Al centro della riflessione e dell’azione il lavoro come espressione privilegiata della dignità della persona.

Progetto a cura del Circolo Culturale Ettore Calvi
Giancarlo Rovati e Maurizio Vitali, Autori del libro

Roberto di Bella

Liberi di scegliere

Rizzoli

La battaglia di un giudice minorile per liberare i ragazzi della ’ndrangheta Roberto Di Bella, in venticinque anni ha processato prima i padri, poi i loro figli. Sempre per gli stessi reati. Ha visto ragazzi che avevano ancora una luce nello sguardo procedere inesorabilmente verso una vita adulta fatta di violenza e carcere duro. E ha capito due cose. La prima è che la ‘ndrangheta non si sceglie, si eredita. La seconda è che non voleva più stare a guardare. Bisognava dare a questi ragazzi una possibilità. Farli tornare liberi di scegliere. Mostrare loro altri mondi, altre vite, un futuro ritagliato sui loro sogni e non sulle richieste di una società criminale. Roberto Di Bella in queste pagine ci racconta come è maturata in lui questa scelta, le reazioni dei ragazzi, la collaborazione, inaspettata, di molte madri. Un’esperienza vissuta giorno dopo giorno che nel tempo ha dato vita a un protocollo oggi adottato anche in realtà diverse dalla Calabria.

Roberto Di Bella, Presidente del Tribunale dei minori di Catania e Autore del libro
Federico Casalboni, Centro Culturale di Rimini

Giuseppe Assandri

La rosa bianca di Sophie

Edizioni San Paolo

Quanto grande può essere a vent’anni il desiderio di libertà? Quanta forza d’animo può dimostrare una ragazza dall’apparenza fragile e minuta? Un romanzo che racconta una storia vera. Come molti ragazzi della sua epoca, subisce inizialmente il fascino della propaganda nazista, scoprendo ben presto il volto oppressivo e violento del regime. Fino a che, giunta a Monaco per frequentare l’università, Sophie decide di prendere parte all’attività della Rosa Bianca, un gruppo di resistenza clandestino fondato dal fratello Hans e dai suoi amici studenti, che invita il popolo tedesco a «strapparsi di dosso il mantello dell’indifferenza» e ribellarsi al nazismo. Un impegno che Sophie affronterà con coraggio e coerenza, fino alle estreme conseguenze.

Giuseppe Assandri, Autore del libro
Francesco Massetti, Centro Culturale di Firenze
L’audio presente all'interno del podcast è tratto dal film "La Rosa Bianca Sophie Scholl" di Marc Rothemund del 2005

Adrien Candiard

Fanatismo

Quando la religione è senza Dio

Emi

Adrien Candiard, che della religione è un profondo conoscitore, e l’islam lo studia al Cairo, ne è convinto: «Il fanatismo è una messa al bando di Dio, quasi un ateismo di religiosi». I fanatici sono quanti ritengono, sia nell’islam sia nelle altre fedi, cristianesimo compreso, che in nessun modo si possa conoscere Dio, ma solo la sua volontà — quale abbiamo deciso di intenderla noi: «Il fanatismo non è la conseguenza di una presenza eccessiva di Dio bensì, al contrario, il segnale di una sua assenza». Per curare ogni deriva fanatica Candiard consiglia tre antidoti: l’esercizio della teologia; il dialogo tra persone di fedi diverse; il silenzio della preghiera. Tre vie per non incorrere in quelle distorsioni di Dio che lo rendono causa di disumanizzazione.

Adrien Candiard, Domenicano, islamologo, autore del libro
Francesco Massetti, Centro Culturale di Firenze

Fedor Dostoevskij

Memorie da una casa di morti

Feltrinelli

Nel 1849 Dostoevskij, che faceva parte di un circolo di giovani intellettuali di tendenze socialiste, fu arrestato dalla polizia zarista e, dopo otto mesi di reclusione, venne condannato a morte. Successivamente questa pena fu commutata in quattro anni di lavori forzati in Siberia, a Omsk, dove il suo fisico fu segnato per sempre. Questo libro è la cronaca fedele di quel periodo di deportazione, dei luoghi conosciuti e dei personaggi incontrati.

Marco Archetti, Commediografo e scrittore
Giovanna Parravicini, Ricercatrice della Fondazione Russia Cristiana
Ivo Paiusco, Associazione Culturale De Gasperi di Legnano

Antonietta Moretti

Eugenio Corecco

La grazia di una vita

Cantagalli

Fin dalla primissima infanzia Eugenio Corecco ha saputo che il senso della sua vita era una vocazione ed una vocazione alla pienezza. Ha colto fin dall’inizio la grande promessa inclusa nella sua chiamata al sacerdozio: Chi lo chiamava, un Altro, avrebbe compiuto il suo desiderio di realizzazione. Per questo ha sempre obbedito, con impegno, serietà e «senza sotterfugi», come amava ripetere. 

Mauro Giuseppe Lepori, Abate generale dell'Ordine cistercense
Antonietta Moretti, Autrice del libro
Antonio Tombolini, Direttore editoriale di Eupress FTL (Lugano)

Massimo Borghesi

Francesco

La Chiesa tra ideologia teocon e «ospedale da campo»

Jaca Book

L’ideologia teocon ha segnato soprattutto gli anni Novanta, quando con la caduta dell’URSS sembrò finita l’illusione del comunismo e con essa anche il tempo in cui da più parti si era tentato di ridurre la fede ad un messaggio di liberazione politica. Sembrò allora che la storia fosse finita, che il capitalismo fosse rimasto l’unico possibile sistema mondiale. E ci fu quindi chi - soprattutto negli Stati Uniti, ma poi anche in Italia- cercò di utilizzare la fede cristiana, anzi cattolica, come supporto ideologico all’economia liberista e all’insieme dei valori del liberalismo occidentale. Il volume analizza la stagione dei Catholic Neoconservative e quella della Chiesa di Francesco vista come un «ospedale da campo» per un mondo in frantumi, due prospettive profondamente diverse che segnano la coscienza cattolica contemporanea.

Massimo Borghesi, Filosofo, autore del libro
Giorgio Vittadini, Presidente Fondazione per la Sussidiarietà
Maria Teresa Tosetto, Insegnante

Marco Erba

Città d'argento

Rizzoli

A Srebrenica, nel 1995, viene scritta una delle pagine più nere della storia europea degli ultimi settant’anni. Ma Greta non ne sa quasi nulla: lei, nata a Milano, è concentrata sulla scuola e sulla sua passione, il nuoto. Non è mai stata in Bosnia, anche se metà della sua famiglia viene da lì. Dal passato, però, non si può fuggire, e così Greta si ritrova a scavare nella storia della sua famiglia, tornando laggiù dove tutto è cominciato. Dall’autore di «Fra me e te», un romanzo che ci riporta a vicende dei Balcani di ieri e che ci insegna tanto anche sull’oggi, mettendoci in guardia dal fatto che la paura (in questo caso del diverso per religione) può diventare odio e persino guerra. E che ci restituisce con tocco lieve e potente insieme un ritratto di ragazzi stupendi, capaci di ripartire, di sognare un futuro diverso, oltre ogni frontiera e distanza.

Marco Erba, Autore del libro
Nicola Minasi, Ambasciatore in Bosnia e Erzegovina
Luisa Fabiani, Centro Culturale di Gessate (Mi)
Letture di Paola Canova, Attrice

Costantino Esposito

Il nichilismo del nostro tempo

Una cronaca

Carocci editore

Il nichilismo è tornato a essere una questione aperta nel nostro tempo. Le domande che in passato, con la sua critica degli idoli, esso aveva dichiarato ormai impossibili – come la domanda sul senso ultimo di sé e della realtà, sulla verità dell’io e della storia, sul nostro desiderio in rapporto all’infinito – si rivelano nuovamente possibili, ragionevoli, brucianti. Oggi il nichilismo non sembra più consistere, come nella sua forma classica, in una perdita di valori e di ideali, ma piuttosto nell’emergere di un bisogno irriducibile: più nudo, forse, ma molto più impegnativo. Così, dall’essere un ostacolo, può diventare una chance per la ricerca di un significato vero per la nostra esperienza nel mondo. Il volume si propone di intercettare e raccontare – come la cronaca di un viaggiatore spassionato – questo fenomeno nuovo, offrendo una traccia alla verifica dei lettori.

Costantino Esposito, Filosofo, autore del libro
Sandro Lombardi, Attore
Maria Teresa Tosetto, Insegnante 
Con la partecipazione straordinaria di Sandro Lombardi per le letture

Cristina Dell’Acqua

Il nodo magico

Ulisse, Circe e i legami che rendono liberi

Mondadori

Questo libro parla di Ulisse e dei suoi legami. Nel suo lungo viaggio di ritorno da Troia, è uomo vittorioso, ma solo. Non più un eroe ma un naufrago. Il senso e la direzione non sa più dove siano. Saranno alcuni incontri speciali ad aiutarlo a ritrovare una forza che non è scritta in nessuna guerra. Nausicaa, Circe, Calipso, Penelope, Anticlea, Atena sono le figure che lo guidano in un percorso che non è solo un ritorno a casa, ma una sorta di mappa della sua educazione sentimentale. Il ritorno di Ulisse è costruito sui nodi dell'amore, dell'amicizia e dell'ospitalità ma anche del dolore e della nostalgia, fondamenta indispensabili per la ricostruzione della memoria di chi è stato e di chi diventerà.

Cristina Dell’Acqua, Autrice del libro
Ombretta Sternini, Centro Culturale di Cesena
Letture di Nicoletta Tartandini

Giovanni Scifoni

Senza offendere nessuno

Chi non si schiera è perduto

Mondadori

…Ma c'è anche chi vive a disagio nel mondo dei pro e dei contro, e cerca un'alternativa. Quella che tenterà di trovare il protagonista di questo libro. Giovanni, infatti, vorrebbe un mondo dove ci sia posto anche per chi non ha tutte le risposte, o per chi ha risposte strane, incoerenti, contraddittorie, paradossali. Un'impresa disperata ed esilarante, in compagnia del suo animale guida, l'unico che gli somiglia perché sfugge a ogni genere di classificazione: l'ornitorinco.

Giovanni Scifoni, Attore, regista e autore del libro
Andrea Avveduto, Giornalista

A cura di Antonio Tombolini con Introduzione di Padre Mauro Lepori

Tutto è un dono

Storia di Luigi

Cantagalli

Come è possibile, nella morsa del dolore profondo o della malattia – che sia il covid-19 o il cancro – affrontare la vita senza essere travolti dalla paura o addirittura dalla disperazione? Si può trovarne una limpida risposta nella testimonianza di Luigi, colpito all’improvviso da una gravissima forma di tumore, che letteralmente si abbandona, con la semplicità di un bambino, nelle braccia di un gruppetto di amici, conosciuti in modo non affatto casuale sul campo di calcetto, da lui tanto amato.

Annalisa Bottino, Figlia di Luigi
Antonio Tombolini, Curatore del libro
Enrico Castelli, Centro Culturale di Varese 

Marco Bardazzi

Ho fatto tutto per essere felice

Enzo Piccinini, storia di un insolito chirurgo

Rizzoli

Chi era questo giovane medico che era stato in grado di lasciare così profondamente il segno in talmente tante vite? Oggi, la sua opera vive in una scuola di medici e ricercatori ispirati dal “metodo Enzo”, e nelle persone che lo hanno conosciuto e ancora portano il segno di quell’incontro, un racconto emozionante che insegna cosa significa vivere, come diceva Enzo, “mettendo il cuore in quello che si fa”.

Elena Ugolini, Preside Liceo Malpighi di Bologna
Fabio Catani, Ordinario di Ortopedia e Traumatologia, Università di Modena e Reggio Emilia
Marco Bardazzi, Autore del libro 

Sara Allegrini

La rete

Mondadori

Un Oscar bestsellers rivolto a Young Adults che ha conquistato adulti, educatori, genitori e insegnanti. Un romanzo costruito come un Thriller e che ha per protagonisti ragazzi difficili in relazione con l’adulto. Il rapporto fra generazioni in un confronto fra gli adolescenti e adulti. Una capacità di lettura dell’esperienza dei ragazzi che l’autrice ci regala.

Sara Allegrini, Autrice del libro
Stefano Giorgi, Educatore, insegnante
Luisa Fabiani, Centro Culturale di Gessate (Mi)
Paola Canova, Attrice