Studenti IUSVE protagonisti al Meeting di Rimini

Redazione Web Home, News

Image

Per il secondo anno gli studenti dello IUSVE sono presenti al Meeting di Rimini

di Mariano Diotto

«Meeting, è una parola che può essere interpretata in tanti modi, ma per me rappresenta prima di tutto condivisione. Il volontariato al Meeting è un’occasione di crescita personale e di team-working a contatto con professionisti del settore.» Così racconta la sua esperienza di questi primi giorni Filippo Vedovato del secondo anno di Comunicazione grafica e multimediale

Per il secondo anno consecutivo il Dipartimento di Comunicazione dello IUSVE, Istituto Universitario Salesiano di Venezia e Verona, partecipa al Meeting di Rimini dal 18 al 24 agosto 2019 con studenti di laurea triennale e magistrale, affiancando l’Ufficio Stampa Ufficiale nei vari settori: televisione, fotografia, quotidiano, social network, videonews, radio, web communication.

Il tema di quest’anno è significativo per coloro che si stanno preparando ad entrare nel mondo della comunicazione: «Nacque il tuo nome da ciò che fissavi». La riflessione odierna porta da un lato alla capacità di costruire, manipolare e controllare la realtà attraverso un potere tecnologico sempre più diffuso; ma allo stesso tempo è sempre più presente un profondo smarrimento riguardo al senso del mondo e della società che si vuole costruire.

Paradossalmente, alla potenza della tecnica, che muove ormai l’economia e le politiche globali, si accompagna l’impotenza vista come povertà di beni e soprattutto di significato. È necessario quindi educarsi alle relazioni profonde. La comunicazione ha un ruolo fondamentale nel dare senso e significato alla realtà e al mondo circostante.

«Comunicare non vuol solo dire creare un messaggio efficace e vincente, ma anche diffondere valori e creare una coscienza critica. È quello che cerchiamo di realizzare con i nostri studenti facendoli partecipare a quest’esperienza che è unica, perché possono incontrare il mondo del lavoro, affiancando grandi professionisti» dice il Direttore del Dipartimento prof. don Mariano Diotto. «È l’occasione per applicare le competente culturali acquisite nei corsi all’università e vedere dal vivo come si lavora a livello professionale in questo settore. Anche quest’anno le candidature degli studenti sono state numerose, perché comprendono l’importanza di sapere comunicare in modo trasparente e veritiero, vivendo dal vivo un evento culturale così importante.»

Oltre ai numerosi incontri già presenti in programma viene organizzato un seminario specifico per gli studenti IUSVE dal titolo: La comunicazione nell’era digital: nuove sfide e nuovi scenari. Quest’anno interverranno: Oscar di Montigny, Chief innovation di Banca Mediolanum; Francesca Trevisi, trainer di Public Speaking; Lella Mazzoli, Direttrice dell’Istituto per la Formazione al giornalismo di Urbino; Roberto Masiero, Presidente The Innovation Group; Nicole Ramadori, giornalista RAI, Marco Bardazzi, Executive Vice President ENI; Marco Dotti, sociologo e docente universitario.

«IUSVE era presente con 25 studenti l’anno scorso, 37 quest’anno», dice il responsabile Comunicazione del Meeting, Eugenio Andreatta, «una presenza di ragazzi motivati, competenti, pieni di entusiasmo e di voglia di imparare, che si mettono in gioco nei vari contesti in cui sono coinvolti. Una provocazione positiva per tutti noi e per converso una conferma che il Meeting è una proposta aperta a tutti.»

Mentre Francesca Marchese, studentessa Iusve, dice: «Ho scelto Meeting di Rimini 2019 perché volevo vivere questa esperienza come una provoc-azione. Da incontri, mostre e lavoro in staff nell’ambito comunicativo quello che mi aspetto non è solo apprendere nuove informazioni ma imparare a guardare il mondo da punti di vista insoliti. È il più importante evento culturale italiano e con curiosità e operosità desidero fare la mia parte».