Mather John

John C. Mather è astrofisico senior al Observational Cosmology Laboratory presso il Goddard Space Flight Center della NASA. Guida i team scientifici della NASA nel loro tentativo di rispondere a domande centrali sull’universo, tra cui: cosa è successo dopo il Big Bang? Come nascono le stelle, le galassie e i buchi neri, come crescono e cosa succede quando invecchiano? e cosa potrebbe rendere possibile la vita su altri pianeti?

Come dottorando alla UC Berkeley negli anni ’70, Mather ha avuto l’opportunità di misurare il fondo cosmico di microonde (CMB), il residuo del Big Bang. Ha continuato a esplorare questo argomento fondamentale presso il NASA Goddard Institute for Space Studies, dove ha condotto una proposta per costruire il satellite Cosmic Background Explorer (COBE) lanciato dalla NASA nel 1989. COBE ha misurato lo spettro del CMB, corrispondente esattamente a quello che la teoria del Big Bang aveva previsto, e ha scoperto i punti caldi e freddi nelle radiazioni che hanno portato alla nostra esistenza. Per questo lavoro è stato insignito del Premio Nobel per la Fisica nel 2006.

Nel 1995, Mather è stato scelto per lavorare al grande telescopio spaziale successore di Hubble. Il James Webb Space Telescope è stato lanciato nel 2021 dopo decenni di lavoro meticoloso da parte di un team di oltre 10.000 persone. Ora, è entusiasta di questo nuovo potente strumento per sondare i misteri dell’universo primordiale ed espandere la nostra comprensione del numero crescente di esopianeti in tutta la galassia e oltre.

 

Photo credit Chris Gunn, NASA GSFC.

ultimo aggiornamento: 5 Agosto 2022

PARTECIPAZIONI