Nulla sfugge all’arte contemporanea, nemmeno il coronavirus

Filomena Armentano Home, News

Image

Dal challenge lanciato dal Getty museum di Los Angeles, che ha invitato i suoi fan a riprodurre le proprie opere d’arte predilette con ciò che si ha in casa, agli street artists che stanno interpretando l’emergenza sanitaria sui muri di mezzo mondo, nulla sfugge all’arte contemporanea: nemmeno il coronavirus.

L’arte contemporanea si fa con tutto, è dappertutto, parla di tutto e, soprattutto, è pronta a tutto. Erano e sono le quattro premesse del breve documentario prodotto nel 2015 per introdurre la mostra del Meeting ‘Tenere vivo il fuoco. Sorprese dell’Arte Contemporanea’, a cura di Casa Testori Associazione Culturale, Davide Dall’Ombra, Luca Fiore, Giuseppe Frangi, Francesca Radaelli.

La narrazione è introdotta da una scena del blockbuster ‘Tre uomini e una gamba’ di Aldo, Giovanni e Giacomo, e seguendo la voce narrante di Giacomo Poretti, fornisce in poco più di un quarto d’ora gli strumenti per iniziare lo spettatore ai linguaggi dell’arte contemporanea, attraverso esempi di esperienze artistiche che vanno dalla metà del Novecento fino ai giorni nostri.

L’obiettivo del video nel 2015 era di introdurre il visitatore alla mostra. In questi giorni di isolamento sociale, lo riproponiamo nell’ambito della campagna [email protected], anche per un uso educativo da parte dei docenti che lo vorranno. Il video sarà disponibile sul nostro fino al 19 aprile.

#iorestoacasa #meetingathome

Scopri tutte le proposte di [email protected]