Matematica tra bellezza e mistero - Meeting di Rimini

Matematica tra bellezza e mistero

 

‘Che cosa si nasconde dietro tanti oggetti che notiamo quotidianamente o che andiamo a vedere come opere d’arte? Che cosa suscita il nostro apprezzamento, la nostra ammirazione, il nostro desiderio di capire di più? Ovunque c’è il sigillo del mistero, che viene sottolineato anche da quanto nelle cose c’è di regolare, armonioso, simmetrico; in una parola, di matematico. E’ dunque possibile iniziare a comprendere ciò che sta “dietro la facciata”. Strutturata in quattro sezioni, la mostra propone alcune note manifestazioni nei campi dell’arte, della musica, dell’astronomia, e cerca di mettere in luce quanto esse siano pienamente rispettose di regole e di proporzioni matematiche che ci permettono di cogliere quella bellezza. La quarta sezione – “Matematica e basta” – intende far scoprire cosa ci sia di “artistico” nella matematica e nella geometria. In ogni sezione è particolarmente curata l’interattività: il visitatore potrà eseguire giochi didattico-scientifici, che si rivelano stimoli al cammino di ricerca.’

Data

21 Agosto 1993

Edizione

1993

Luogo

Agorà C1 (Area CdO)