Urso Adolfo

Adolfo Urso, 50 anni, padre di due figli (Pietro, 27 anni, e Dario, 25 anni), è Sottosegretario allo Sviluppo economico.

Parlamentare dal 1994, è stato portavoce nazionale di An.

Nato a Padova, risiede a Roma da venticinque anni, si è laureato in Sociologia con 110 e lode all’Università La Sapienza, giornalista dal 1981, prima al Secolo d’Italia, poi, nel 1991-92 vice direttore del quotidiano Roma, nel 1993-1994 è capo redattore di Italia settimanale.

Dirige la rivista Charta Minuta, mensile della Fondazione politico-culturale Farefuturo, di cui è Segretario generale, ed è stato il fondatore della fondazione Osservatorio parlamentare, considerata la “casa della cultura” del centrodestra.

E’ stato anche direttore del mensile Proposta nazionale e del periodico Morbillo, collaboratore del mensile Mass Media, è autore di saggi e libri, tra cui “Euroglobal” (2003). Impegnato da giovanissimo nel Fronte della Gioventù, l’organizzazione giovanile del Msi, ha collaborato con Fini sin dal 1977; da sempre convinto della necessità di modernizzare la Destra, è stato tra i principali promotori di An.

Ha assunto l’incarico di coordinatore nazionale del Comitato promotore di Alleanza nazionale dal novembre 1992. E’ stato membro dell’Assemblea nazionale costituente della nuova formazione politica, tenutasi il 22 gennaio 1994; ha introdotto i lavori come segretario generale dell’assemblea.

Attualmente è componente dell’esecutivo politico nazionale del partito.

Nella XII legislatura ha fatto parte della IX Commissione permanente trasporti, poste e telecomunicazioni, della Commissione speciale per le politiche comunitarie e della Commissione parlamentare d’inchiesta sulla mafia.
Nella XIII legislatura fa parte della IX Commissione permanente Trasporti, poste e telecomunicazioni e della Commissione di vigilanza Rai.

Alle elezioni politiche del 1994, è stato eletto nel collegio 23 della XV circoscrizione Lazio 1, con 40.072 voti, pari al 47,6 per cento, nelle liste collegate di Forza Italia, Alleanza nazionale.

Alle elezioni politiche del 1996 è stato eletto come capolista di Alleanza Nazionale nel Lazio con 220.800 voti, pari al 23,5 per cento.

Alle elezioni politiche del 2001 è stato eletto nella lista di Alleanza nazionale nella circoscrizione Veneto e Lazio.

Nel 2001 ha assunto l’incarico di Vice Ministro per le Attività Produttive con delega al Commercio Estero del governo Berlusconi.

Alle elezioni politiche del 2006, eletto nella lista di Alleanza nazionale per il Veneto, è stato riconfermato alla Camera e ha fatto parte della Commissione Attività produttive, Commercio e Turismo della XV legislatura.

ultimo aggiornamento: agosto 2008  
EVENTI