PERCHE' IL MONDO CREDA - Meeting di Rimini

PERCHE’ IL MONDO CREDA

Concerto del Coro San Nicola, per iniziativa del Coro Millennium (direttore Guya Valmaggi) e il Coro Ecclesiastico della Cattedrale Ortodossa di Rimini (direttore Batyrzhan Aleksander Smakov).

 

È un Coro che ha una fisionomia particolare ed un repertorio insolito.
Esso documenta come la Musica possa essere un importante terreno d’incontro, che consente di superare barriere d’origine storica, etnica o religiosa.
Infatti direttori, solisti e coristi affidano alla misteriosa bellezza del canto i sentimenti, i desideri, le memorie: vedono così crescere non solo l’affiatamento, ma anche la creatività.

Il Coro “San Nicola” è nato alla fine del 2012 per iniziativa di due cori: il coro cattolico MILLENNIUM (direttore Guya Valmaggi) e il CORO ECCLESIASTICO DELLA CATTEDRALE ORTODOSSA DI RIMINI (direttore Batyrzhan Aleksander Smakov).

Il primo ha compiuto un lungo percorso, dai concerti della “Misa Crolla” con José Carreras (Rimini 1992, Arena di Verona 1995) a “Ex oriente vox”, un excursus nella musica sacra dalle origini a Kòdaly, sino agli oratori “Santo Stefano” e “Paulus Apostolus”, realizzato nell’ambito della Sagra Musicale Malatestiana (sett. 2012) insieme ad una nutrita compagine vocale e strumentale. Nel 2009 e 2011 ha partecipato in Serbia a concerti organizzati in apertura del Giubileo per l’Editto di Costantino a favore della libertà di culto, nell’auditorium della Cattedrale Ortodossa di Nis’ e nel Castello di Belgrado.

Il secondo è di recente formazione ma ha già all’attivo una registrazione discografica dedicata alle musiche liturgiche per San Nicola e per la Vergine Madre di Dio.

In occasione di una liturgia comune per San Nicola a Rimini, il 6 dic. 2012, dopo aver cantato alternandosi, come previsto, i due cori avevano terminato la funzione eseguendo spontaneamente insieme gli efimni dell’Inno Akàthistos a San Nicola.
Da quel giorno, i coristi ortodossi e cattolici hanno manifestato il desiderio di cantare anche in un unico coro: esperienza rarissima nel panorama internazionale della musica sacra.

Entrambi i cori disponevano già di un ampio repertorio liturgico cui attingere, nelle rispettive tradizioni e lingue: la novità consisteva nell’eseguirle uniti e nell’affrontare nuove composizioni, come “SUME NICOLA SACER”, tratto dal testo medievale dell’Inno a San Nicola (“Passionario della Cattedrale Riminese", sec. XI-XII) musicato per l’occasione.
La realtà corale che ne è nata ha scelto di intitolarsi a San Nicola.

Dopo aver animato a Rimini – 25 gennaio 2013 – la Celebrazione Ecumenica per l’Unità dei Cristiani, il Coro Ecumenico “San Nicola” ha accettato di cantare brani della tradizione – orientale e occidentale – a Ravenna, nell’antica Basilica Santuario di S.Maria in Porto (aprile 2013), in una cerimonia presieduta dall’arcivescovo metropolita per la consacrazione del restaurato altare, opera di artisti della Confraternita “Tota Pulchra”.
Il 9 maggio 2013 (festa del ritrovamento della reliquia di San Nicola) a Rimini il Coro ha proposto un repertorio in cui il nuovo e l’antico hanno generato un timbro originale, frutto dell’incontro armonioso di diverse tecniche e consuetudini vocali.
Questo afflato di voci si manifesta particolarmente nell’INNO AKATHISTOS ALLA MADRE DI DIO (una recente creazione basata su un’antica preghiera in lingua greca).

I due Direttori e i solisti si alternano, a seconda dei brani affrontati. La diversità delle tradizioni è una ricchezza che consente di avviare nuove esperienze e composizioni, particolarmente di autori contemporanei e del secolo XX.

A cura della musicologa Marina Valmaggi.
Coro diretto da Guya Valmaggi e Batyrzhan Aleksander Smakov

Data

20 Agosto 2013

Ora

21:45

Edizione

2013

Luogo

Chiesa del Suffragio
Categoria