L'architettura cistercense in Italia - Meeting di Rimini

L’architettura cistercense in Italia

 

‘Nel 1998 ricorre il nono Centenario della Fondazione dell’Ordine Cistercense, fondato nel 1098 da S. Roberto a Citeaux presso Digione. I cistercensi avranno poi un’espansione incredibile con l’arrivo a Citeaux di S. Bernardo (1112), che porterà in quarant’anni alla fondazione di oltre 340 abbazie in tutta l’Europa allora cristiana, dalla Svezia alla Palestina, dalla Polonia al Portogallo. L’architettura e l’arte cistercense costituiscono un capitolo importante dell’arte medievale, in quanto l’ordine vi ha impresso un’impronta tutta particolare, segnata dalla purezza e dalla essenzialità delle linee, rifuggendo ogni ricchezza di materiali e di decorazioni. L’architettura in particolare è oggetto di molte ricerche e studi internazionali che ne ricercano i principi ispiratori. Il cistercense Padre Goffredo Viti, curatore della mostra, è uno dei ricercatori italiani che da più anni sta studiando l’argomento. Ha pubblicato numerose ed importanti opere, coordinando anche ricerche a livello universitario. La mostra – realizzata con la collaborazione di Biblioteca Statale dell’Abbazia di Casamari, Ministero dei Beni Culturali e Ambientali, Ufficio Centrale per i Beni Librari – trae spunto dal libro “L’Architettura Cistercense” pubblicato da Padre Viti.’

Data

23 Agosto 1998

Edizione

1998