Il Jazz come avvenimento - Meeting di Rimini
Scopri di più

Il Jazz come avvenimento

 

Mostra fotografica-sonora

Fotografare i musicisti di Jazz è praticare un genere vero e proprio del ritratto fotografico
(Herman Leonard, William Claxton). Non si tratta di fermare attraverso le immagini un
soggetto qualsiasi, bensì di documentare l’attimo nel quale la musica si manifesta.
Il Jazz, basato principalmente sull’improvvisazione, vive di estemporaneità e di intensità nel
momento. Per questo, ritrarre un musicista nel culmine dell’atto creativo, significa rendere
quasi percepibile un’aura sonora attraverso l’immagine della sua persona totalmente
coinvolta dall’esigenza espressiva.
La mostra è composta da 20 pannelli che recano immagini mai pubblicate di musicisti in
concerto, realizzate da alcuni tra i migliori fotografi di Jazz a livello nazionale ed internazio-
nale (basti citare fra tutti Roberto Cifarelli).
Le immagini sono di tanto in tanto accostate a testi che descrivono le dinamiche interiori
del fare Jazz: le modalità di apprendistato, il rapporto con i maestri, la relazione dialogica
fra modernità e tradizione nonché la tensione al destino della quale questa musica è
permeata.
In questo modo, sorprendentemente, il volto esteriore, teso, contratto, quasi deformato
dall’impeto creativo rende percepibile un volto interiore, nascosto, segnato dal sacrificio e
dalla dedizione ma presente in azione.
Nel contesto della mostra è prevista la fruizione di un audiovisivo contenente spezzoni di
concerti, letture ed interviste ad importanti musicisti di Jazz tese ad approfondire alcuni
aspetti peculiari della pratica jazzistica sia sotto il profilo tecnico che quello umano.
Non si tratta quindi di un contributo in chiave storica o puramente estetica alla
comprensione di un fenomeno artistico, ma di un racconto. Non si tratta di spiegare che
cosa sia il Jazz, poiché esso come tutta la musica risulta inspiegabile; si vuole altresì
iniziare a raccontarlo attraverso le immagini, le parole e naturalmente i suoni.
Oltre alla visita della mostra ed alla visione dell’audiovisivo, chi lo desidera potrà
partecipare il 23 agosto ad un concerto-performance della “Hermano Pedro Latin Jazz
Orchestra” un’ensemble di 15 elementi, occasione per un coinvolgimento diretto con
l’oggetto della nostra osservazione.

a cura di: Ausonio Calò e Maurizio Carugno

foto di: Roberto Cifarelli, Elda Papa, Augusto Stefanelli, Giancarlo Campagnola, Alessandro Nicoloso

Data

19 Agosto 2007

Edizione

2007

Luogo

Spazio Piscina Ovest
Categoria
Esposizioni Mostre Meeting