Jannacci Enzo
Jannacci Enzo

Enzo Jannacci, uno dei cantautori storici della musica italiana, un vero e proprio “caposcuola” (nella musica ma anche nel cabaret), nasce a Milano il 3 Giugno 1935.
Dopo la maturità classica si laurea in medicina all’Università degli Studi di Milano, specializzandosi in chirurgia generale ed esercitando la professione di medico chirurgo per alcuni anni.
Nel frattempo ha iniziato la carriera di musicista: dopo il diploma in armonia ed otto anni di pianoforte al Conservatorio di Milano, si accosta al jazz e comincia a suonare in alcuni locali milanesi; contemporaneamente scopre anche il rock’n’roll, e dal 1956 diventa il tastierista dei “Rocky Mountains”. Il successo di massa vero e proprio viene nel 1968, con una canzone-tormentone, “Vengo anch’io. No tu no”, scritta in collaborazione con Dario Fo e Fiorenzo Fiorentini; anche l’album omonimo riscuote un discreto successo, trainato dal brano “Ho visto un re”. Nel 1967 Jannacci si sposa con Giuliana Orefice; il 5 Settembre 1972 nasce suo figlio Paolo, che, come il padre, si diploma al Conservatorio (ed anche al Liceo Linguistico). In questi anni Jannacci rallenta la sua carriera nel mondo dello spettacolo, e, dopo la laurea, si dedica in misura maggiore alla sua professione di medico: si reca in Sudafrica per specializzarsi con il cardiologo Christian Barnard, e poi negli Stati Uniti, dove resta sei mesi.
Nel 1975 esce “Quelli che…”, disco che segna la ripresa in pieno dell’attività musicale di Jannacci.
Nel 1989 partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo con “Se me lo dicevi prima”; nello stesso anno, nel corso di una fortunata tournèe, incide un album doppio dal vivo, “30 anni senza andare fuori tempo”.
Dopo un periodo di inattività discografica, nel 2001 firma un nuovo contratto con “Ala bianca”, ed inizia a registrare un nuovo CD di canzoni inedite.

ultimo aggiornamento: agosto 2009  
EVENTI