Spettacoli al Meeting

L’espressività artistica è segno inconfondibile di una realtà in movimento, espressione di vitalità, traccia dell’impegno della persona con la verità del mondo in cui vive e con il suo cuore. Per questo il Meeting e l’esperienza da cui nasce da sempre hanno avuto amore e particolare attenzione per lo spettacolo. La musica, il teatro, la danza, il cinema e tutti i vari linguaggi espressivi offrono la possibilità di conoscere, incontrare, giudicare, coinvolgere, educare e hanno il grande potere di mettere in dialogo, provocando direttamente le domande più vere, i desideri ultimi propri di ogni uomo.

Martha Graham, Giovanni Testori, Eugène Ionesco sono tra gli incontri importanti di questi quarant’anni di Meeting, esperienze significative che documentano l’eccezionale valore storico e sociale del lavoro della Fondazione. Come non ricordare Ennio Morricone e l’amicizia con lui e la sua famiglia, Enzo Jannacci e l’imprevedibile sviluppo del rapporto personale con lui, il percorso di amicizia, educazione e lavoro con i ragazzi delle slum di Nairobi, l’amicizia con Caracalla Dance Theatre di Beirut, l’incontro con il regista Lev Dodin di San Pietroburgo, l’esperienza del Festival di cortometraggi Meeting Rimini Film Festival avviato con la School of Visual Arts di New York e le centinaia di ragazzi incontrati e formati.

In anni recenti ricordiamo l’esibizione della China National Opera House e la visita dell’ambasciatore cinese, poi l’incontro, lo spettacolo e l’amicizia con Gioele Dix, così come il primo concerto spettacolo con John Waters e la storia che ne è nata.

Quello che sempre più spesso chiamiamo ‘Meeting in uscita’ si realizza anche con gli spettacoli. Dagli eventi in esterno – come i concerti in piazza e quello di José Carreras all’autodromo di Misano, la rappresentazione teatrale nell'anfiteatro naturale dell'invaso del ponte di Tiberio, e ancora i momenti proposti all’Arco d’Augusto e in spiaggia – alle produzioni di teatro sacro contemporaneo presentate al Meeting e portate poi in centinaia di teatri italiani, gli esempi sono davvero tanti. I più significativi? ‘Il mio nome è Pietro’, ‘Matteo ragioniere di Dio’, ‘Thomas More’, ‘I due di Emmaus’, ‘Attraverso il mare del desiderio’. E ce ne sarebbero anche altri.

Tantissimi gli attori e i musicisti che hanno incontrato il Meeting attraverso una sua produzione. Tra i più noti: Giancarlo Giannini, Lucrezia Lante della Rovere, Alessandro Preziosi, Massimo Popolizio, Bruno Lauzi, Sandro Lombardi, Gigio Alberti, Riccardo Muti, Niccolò Fabi, Massimo Dapporto.

Allo stesso modo tantissimi sono i ragazzi che ci hanno detto di aver scelto il loro percorso professionale nel mondo dell’arte grazie ad uno spettacolo al Meeting.

Andrej Tarkovskij al Meeting nel 1983
Alcune immagini di Ionesco al Meeting nel 1988
Martha Graham al Meeting
Riccardo Muti al Meeting
Ennio Morricone al Meeting
Stage di danza libanese
Caracalla Dance Theatre/13
BO00000_4821_TECA2013
6215_ZOGU2010
Le prove dei kenioti
Festa - musiche e balli dal mondo
L'impronta - Cuori moderni
Mediterraneo e dintorni. Dalla Grecìa salentina al fado. Con Marco poeta e Roberto Licci
BR00000_4534_BOPA2016
BR00000_1913_BAFR2016
BR00001_2329_GILE2016
BR00000_9665_CACO2016
BR00000_3762_CAMI2016