Guarnieri Emilia
Guarnieri Emilia

Emilia Guarnieri nasce il 19 giugno 1947 a Varazze. Frequenta la facoltà di lettere moderne all’Università di Bologna, dove si laurea con lode nel 1969. Inizia subito ad insegnare. Dal ‘74 è titolare della cattedra di italiano e latino, prima al Liceo Scientifico statale Serpieri, poi all’Einstein di Rimini. Successivamente, dal 1989 al 2014 insegna presso il liceo classico della Karis, la Fondazione che gestisce scuole paritarie e legalmente riconosciute, di cui la Guarnieri è nel ‘74 socio fondatore. Nel 2001 collabora ai tre volumi della Commedia di Dante, per i tipi dalla Bur-Rizzoli. Nel 1980 è socio fondatore del Meeting per l’amicizia fra i popoli. Responsabile culturale fin dalle prime mosse della manifestazione, dal 1993 è Presidente della Fondazione cui fa capo la settimana riminese. Nel 2003 le viene conferita, da parte del Presidente della Repubblica, l’onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Nel 2004 le viene consegnato il Sigismondo d’oro, riconoscimento conferito dal Comune di Rimini a propri cittadini che abbiano onorato la città con la propria attività. Intensa l’attività di ambasciatore del Meeting in varie nazioni, come concreta possibilità di nuove relazioni e di dialogo tra i popoli. Tra i vari eventi si ricordano in tal senso nel 1987 il convegno culturale con presentazione del Meeting all’Istituto Italiano di Cultura a Parigi; nel 1989 il viaggio culturale con presentazione del Meeting a Berlino; nel 1992 la presentazione del Meeting all’Università Statale di Mosca; nel 1996 la presentazione del Meeting a Praga; nel 1998 il Forum internazionale a carattere sociale organizzato a Chisinau dall’Unesco e dalla Presidenza della Repubblica di Moldavia; nel 2009 la presentazione del Meeting nella sede dell’Unesco a Parigi; nel 2010 la partecipazione come relatrice alla prima edizione di “Meeting Cairo”; nel 2011 la partecipazione agli eventi “Rimini-Monte Koya: itinerario di una amicizia” nella sede dell’Ambasciata d’Italia a Tokyo, “Il senso religioso e il cuore dell’uomo” e “L’uomo di fronte alla realtà” all’Istituto Italiano di Cultura a Tokyo e “La ricerca della bellezza” nel Palazzo dei Dottori nel Tempio del Monte Koya; nel 2011 la presentazione del Meeting all’Onu a New York; nel 2012 la presentazione del Meeting nella Sede dell’Ambasciata Italiana a Beirut; nel 2012 la presentazione del Meeting nella sede dell’Ambasciata d’Italia a Mosca. Ha partecipato alla manifestazione Meeting Brno nel 2017 e nello stesso anno ha guidato la delegazione che ha incontrato a Zagabria il Gran Mufti di Corazia Aziz Hasanović. Negli ultimi due anni infine ha guidato due importanti missioni. La prima nell’ottobre 2018 ha avuto come meta Alessandria d’Egitto e Il Cairo. Ad Alessandria lunedì 22 ottobre sono stati tenuti tre convegni nella Biblioteca, dal titolo “L’estetica della differenza: il modello del Meeting di Rimini”, “La differenza, una base della conoscenza” e “Vogliamo tutto: il Sessantotto in Italia e in Egitto”.A Il Cairo il giorno dopo la delegazione Meeting ha organizzato, sempre in collaborazione con la Biblioteca Alessandrina, il convegno “Il pluralismo religioso, base della convivenza”. A Il Cairo la delegazione guidata da Emilia Guarnieri ha incontrato anche il Grande Imam di Al-Azhar Ahmed al-Tayyeb anche in vista di una possibile collaborazione con il Meeting di Rimini. La seconda missione, svoltasi nel marzo 2019, si è tenuta in Arabia Saudita, a Riad, con l’incontro con il segretario generale della Lega Musulmana Mondiale Muhammad bin Abdul Karim al-Issa e a Gedda, con Abdulaziz Ahmed Sarhan, segretario generale dell’International Association for Relief, Welfare and Development (IORWD), ong su base mondiale che opera in situazioni di gravi emergenze umanitarie.

ultimo aggiornamento: agosto 2018  
EVENTI