menu

La scomparsa di Guido Ceronetti

Fu al Meeting nel ’96 e nel ’97 con spettacoli di marionette

Poeta, filosofo, scrittore, traduttore, giornalista, drammaturgo. Giovedì 13 settembre è morto Guido Ceronetti, poliedrica figura di intellettuale capace di spaziare in tutti gli ambiti della cultura, ma anche di realizzare performances che aprivano sempre prospettive inusitate. Una sensibilità molto diversa la sua da quella del Meeting, essenzialmente gnostica, ma che proprio al Meeting, per due anni di seguito, trovò accoglienza e simpatia.

Ceronetti fu nella vecchia Fiera di Rimini nel 1996 non con una mostra o uno speech, ma con uno spettacolo di marionette, e replicò l’iniziativa, ampliandola, l’anno dopo, martedì 26 agosto 1997 quando propose “La carcassa circense” con il Teatro dei Sensibili di Strada.

Suo il progetto teatrale, ideato per marionette, azioni mimiche, organo di Barberia, animato da Jeremy (Ceronetti stesso), Lavinia (Rosanna Gentili), Sansone (Bartolo Incoronato). Al Teatro dei Sensibili, sua creazione, nel corso degli anni assisterono personalità quali Eugenio Montale, Guido Piovene, Natalia Ginzburg, Luis Buñuel, Federico Fellini.