menu

Ed ecco il manifesto del #meeting18!

Di impronta fortemente grafica, è opera dell’Agenzia Essential di Rimini

Siamo lieti di presentarvi il manifesto dell’edizione 2018 del Meeting per l’amicizia fra i popoli. L’elaborato è frutto della selezione di varie decine di lavori (nella foto lo vedete presentato dal nostro responsabile della comunicazione Eugenio Andreatta).

A vari studi grafici infatti avevamo chiesto di rappresentare il titolo di questa edizione “Le forze che muovono la storia sono le stesse che rendono l’uomo felice”: alla fine la scelta è ricaduta su un progetto dell’Agenzia Essential - Rimini di Stefano Vezzali e Marco Zauli.

Il manifesto prescelto segna una discontinuità rispetto agli anni scorsi. È caratterizzato infatti da un’impostazione puramente grafica, che fa leva su un piccolo elemento genetico, un triangolo rettangolo, che però è legato a un preciso significato. Ecco come gli autori lo presentano.

«Con questa proposta, frutto di una ricerca creativa alla luce del brief più approfondito che ci è stato inviato, abbiamo cercato un codice visuale che rispondesse all’esigenza rappresentativa (non descrittiva) dell’edizione 2018.

Siamo partiti da un piccolo segno - una forma geometrica elementare, un triangolo, un cubo - che potrebbe essere insignificante o uguale a tanti altri ma che, nella moltitudine, si evidenzia e appare unico, più importante di tutti.

Un piccolo segno, nella nostra grafica un elemento di base che genera tutti gli altri, un piccolo seme, diventa il fulcro della storia nel tempo, si diffonde per la vera felicità dell’uomo (nella nostra grafica la piacevolezza visiva del layout).

È l’Origine che entra nel mondo e, pur piccola all’inizio, è subito evidente
all’uomo.

L’utilizzo del bianco e nero, oltre ad essere una soluzione visiva efficacissima; ci permette di dare forza e risalto agli elementi informativi che si ricollegano idealmente al singolo elemento di partenza, evidenziato dalla cromia magenta.

Crediamo che questa proposta sia fortemente comprensibile sia per la chiara intuizione semiologica, sia per la forza comunicativa degli elementi visuali scelti».


Scarica il manifesto del #meeting18 in formato pdf.