menu

Portolano Luciano

Il Gen. Luciano PORTOLANO ha iniziato la carriera militare frequentando l’Accademia Militare di Modena (161° Corso) prima, e la Scuola d’Applicazione di Torino poi, conseguendo la Laurea in Scienze Strategiche.
Successivamente, l’Ufficiale ha conseguito la Laurea in “Scienze Strategiche” e il Master in “Gestione Integrata e Sviluppo delle Risorse Umane”.
Ha frequentato, negli anni: il Corso di Stato Maggiore dell’Esercito; il Corso Superiore di Stato Maggiore; l’Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze; l’United States Army Command and Staff College (Kansas - USA).
Nel corso della carriera, il Gen. Portolano ha svolto nel grado di Tenente e Capitano incarichi di Comando di Plotone e di Compagnia presso unità della Brigata corazzata “Ariete”.
Con il grado di Tenente Colonnello ha comandato il 67° Battaglione bersaglieri del 18° Reggimento bersaglieri della Brigata “Garibaldi”.
Nel grado di Colonnello ha comandato il 18° reggimento bersaglieri della Brigata bersaglieri.
Dal 10 settembre 2010 all’ 10 settembre 2012 ha comandato la Brigata meccanizzata "Sassari"
Dal 24 settembre 2012 è Capo del Reparto Operazioni presso il Comando Operativo di vertice Interforze a Roma.
Il Gen. Portolano ha altresì, svolto, presso lo Stato Maggiore dell’Esercito, l’ incarico di: Ufficiale Addetto alla Sezione “Dottrina” dell’Ufficio Regolamenti e Politica Militare; Ufficiale Addetto alla Sezione “Formazione e Addestramento” dell’Ufficio Addestramento; Capo Sezione “Regolamenti” dell’Ufficio Dottrina, Addestramento e Regolamenti; Capo Ufficio “Operazioni” del Reparto Impiego delle Forze/COE.
Dal 2007 al 2010 è stato Addetto Militare presso l’Ambasciata Italiana a Londra.
Ha partecipato alle seguenti missioni/operazioni al di fuori del territorio nazionale: missione delle Nazioni Unite in Iraq e Iran (United Nations IRAN – IRAQ Observation Group Mission) (1990-91); missione delle Nazioni Unite in Iraq e Kuwait (United Nations IRAQ - KUWAIT Observation Mission) (1991 – 92); operazione NATO “Joint Endeavour”, in Macedonia, quale Comandante di Battaglione, nel 1999; operazione NATO “Joint Guardian”, in Kossovo, in qualita’ di Comandante di Battaglione, nel 1999; missione “Antica Babilonia 1”, nel 2003, quale Comandante della Task Force di manovra della JTF – Iraq; Operazione ISAF, in Afghanistan, quale Comandante del Regional Command West ad Herat , nel 2011-2012.
L’Ufficiale è a conoscenza delle lingue Inglese e Francese.
E’ fregiato delle seguenti onorificenze: Ordine Militare d’Italia - Ufficiale, concesso dal Presidente della Repubblica; Ordine Militare d’Italia - Cavaliere, concesso dal Presidente della Repubblica; Medaglia d’Argento al Valore dell’Esercito, concessa dal Presidente della Repubblica; Croce d’Oro al Merito dell’Esercito, conferita dal Ministro della Difesa; Medaglia d’Oro della Croce Rossa; Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana; Croce di Ufficiale con Spade del Sovrano Militare Ordine di Malta; NATO Meritorius Service Medal; Medaglia delle Nazioni Unite, per le Operazioni svolte in Iran e Iraq nel 1990; Medaglia delle Nazioni Unite, per le Operazioni in Iraq Kuwait nel 1991; Medaglia NATO, per le Operazioni in Macedonia e Kosovo, nel 1999; Croci Commemorative nazionali, per le missioni di pace internazionali e umanitarie; NATO Meritorius Service Medal; Medal of Merit - National Defence System of the Republic of Lithuania; Medaljo Mednarodno Sodelovanje; Medaglia al merito di lungo commando.All’Ufficiale sono stati assegnati i seguenti riconoscimenti: la Targa di Benemerenza ICARO, concessa dal Comitato di Presidenza Permanente dell’Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia dall’Internamento e dalla Guerra di Liberazione; il Premio Internazionale per la Pace “Telamone”.


Ultimo aggiornamento: 12/08/2013